Extra Yachts: la nuova esperienza nautica 'ever-GREEN'

Autore Angelo Colombo
03/09/2021

Angelo Colombo intervista Alessandro Angius, Head of Sales and Marketing del brand Extra Yachts, che presenterà in anteprima mondiale al salone nautico di Cannes il nuovo Extra Yachts X96 Triplex oltre al modello X86.

Extra Yachts

Il “green” passa per scelte progettuali evolute e innovative che vanno oltre l’adozione di macchine elettriche e pannelli solari, scelte idrodinamiche per ridurre i consumi pur offrendo prestazioni in linea con le esigenze degli armatori moderni, materiali riciclabili, progetti sostenibili lungo tutta la catena che dall’idea porta al varo di uno yacht d’avanguardia.

Extra Yachts, come si evince dalle parole di Alessandro Angius, è un brand appartenente al cantiere di fama internazionale ISA Yachts, a sua volta parte di Palumbo Superyachts che annovera, oltre a ISA Yachts e Mondomarine, anche Columbus Yachts, dove il concetto di sostenibilità è sempre stato in primo piano e la tecnologia derivata è stata applicata al modello Sport Hybrid 40 metri. Un gruppo di riferimento internazionale con ben cinque cantieri navali nel Mediterraneo, uffici di rappresentanza, strutture e professionalità di assoluta rilevanza, nel quale Extra Yachts si inserisce ampliando la capacità produttiva di ISA Yachts con imbarcazioni innovative e rivolte ad armatori interessati al segmento tra i 22 e i 40 metri.

Sig. Angius, Extra Yachts è un brand di un Gruppo navale importante, immagino questo rappresenti un vantaggio soprattutto in termini di risorse tecniche?

Extra Yachts è un brand impegnato nella produzione di yacht custom e semi-custom nati da un processo costruttivo e una filosofia solitamente dedicata ai grandi yacht come quelli prodotti sinora dal cantiere ISA Yachts, brand di gamma alta molto noto nel mondo e parte di Palumbo Superyachts. Il gruppo ha un’esperienza di oltre 50 anni di storia navale alle spalle e oggi vanta siti produttivi in diversi paesi del Mediterraneo, nei quali costruisce, esegue refit e riparazioni di yacht di qualsiasi dimensione; a oggi lo yacht più grande costruito dal cantiere Columbus è il M/Y DRAGON, nave di 80 metri che ben rappresenta l’eccellenza della nautica italiana. Indubbiamente vivere all’interno di un cantiere come ISA Yachts, con le sue esperienze, le sue attrezzature e professionalità, rappresenta un vantaggio tecnico importante, ma lo è anche l’appartenenza a un gruppo navale così specialistico e impegnato con molte energie nello yachting, con i cantieri Columbus Yachts, ISA Yachts e Mondomarine. Tutto questo ci permette di avere a disposizione una rete vendita e assistenza molto articolata e ben presente, che garantisce livelli di reattività sicuramente non comparabili a situazioni differenti.

alessandro-angius Alessandro Angius, Head of Sales and Marketing di Extra Yachts.

Ci parli della filosofia alla base del progetto Extra Yachts.

I cardini del progetto Extra Yachts sono un design unico e riconoscibile che possa al contempo assicurare la più stretta connessione con il mare, una navigazione ai massimi livelli di comfort, consumi ridotti e di conseguenza un’elevata autonomia che permetta di affrontare crociere a lungo raggio, spazi esterni ampi per offrire sempre la possibilità di godere dell’aria aperta, interni sempre comodi e con una spiccata attenzione alla convivialità. Abbiamo cercato di sviluppare ogni spazio pensando alla vita a bordo durante la navigazione, in porto e in occasione delle soste in rada, dove i nostri yacht possono stazionare in assoluta autonomia. Attualmente, la gamma si sviluppa sulle tre linee LOFT, FAST e TRIPLEX, con dimensioni comprese tra 22 e 40 metri, basate su progetti navali d’avanguardia dai quali derivano consumi ridotti, grande autonomia e un comfort molto elevato. Il tutto è stato pensato per offrire agli armatori la possibilità di effettuare crociere a lungo raggio solitamente dedicate a barche più grandi.

Per rimanere su un altro tema caro alla filosofia di Extra Yachts, ossia voler essere “Eco Friendly”, le nostre barche sono dotate di pannelli solari e impianti di accumulo dell’energia elettrica che permettono di sostare alla fonda senza dover accendere il generatore. Inoltre, tutte le nostre unità sono facili da condurre e da gestire grazie a impianti di comando e controllo di ultima generazione, gestibili mediante touch screen molto intuitivi. Questo permette di gestire dalla plancia in modo semplice e rapido qualsiasi impianto di bordo, per migliorare l’esperienza di navigazione degli ospiti e per ottimizzare la gestione energetica. I nostri yacht sono ampiamente customizzabili, possiamo personalizzare interni ed esterni per garantire all’armatore la sua barca ideale, seppur basata sui concetti della linea Extra. Uno dei cardini progettuali delle nostre barche è quello di garantire sempre un contatto visivo con il mare, questo tanto all’esterno quanto all’interno, le altezze delle strutture e le superfici trasparenti sono tutte studiate per offrire sempre la più ampia vista del mare. Tutto questo lo abbiamo realizzato con uno stile unico e originale, che da una parte soddisfa i requisiti della filosofia alla base del progetto Extra Yachts e, dall’altra, diventa portatore di stilemi identificativi e caratterizzanti.

Siamo in prossimità dei saloni d’autunno del settore nautico. Ci sarete? Con quali modelli?

Saremo a Cannes e a Monaco, dove presenteremo il nuovo Extra Yachts X96 Triplex, che abbiamo varato di recente e del quale siamo molto orgogliosi, perché con questo nuovo modello inauguriamo la nuova linea di yacht incentrata su sostenibilità ambientale, ampi volumi, lunghe navigazioni e sulla riconoscibile linea Extra. Il nuovo X96 è un tre ponti adatto a qualsiasi armatore ami navigare in dislocamento senza rinunciare alla possibilità di disporre di andature più veloci in semi-dislocamento. Uno yacht in grado di soddisfare anche gli armatori provenienti da scafi plananti che desiderano poter navigare in condizioni di assoluto comfort e con livelli di rumorosità particolarmente contenuti. Anche in questo caso la piattaforma navale è stata sviluppata da Palumbo Superyachts, mentre il design esterno è dell’ing. Francesco Guida e gli interni dello studio Hot Lab, che ha saputo sfruttare le ampie volumetrie disponibili rendendo ogni ambiente originale e confortevole in qualsiasi condizione di utilizzo, attingendo ad arredi artigianali e materiali di pregio per la realizzazione. Uno yacht veramente sartoriale, dove l’armatore può sviluppare insieme a noi le soluzioni di arredo a lui più confacenti. Anche con questo progetto siamo stati molto “green” sia nella costruzione seguendo protocolli di attenzione ambientale molto rigorosi sia nell’adozione di soluzioni come la riduzione dei consumi con scelte idrodinamiche accurate e una motorizzazione che consente andature in “doppia modalità”: dislocante o semi-dislocante. Cinque cabine ospiti delle quali l’armatoriale sul ponte principale, lunghezza scafo entro il limite dei 24 metri che ci permette di offrire uno yacht con un fuori tutto di 28,60 metri rientrante nella categoria delle imbarcazioni e non delle navi, tre motori Volvo Penta IPS da 1.000 HP l’uno che ci permettono di ottimizzare i consumi ottenendo, a 12 nodi un’autonomia di 1.500 miglia, arrivando fino a 2.000 miglia con andatura a 10 nodi, velocità massima di 17,5 nodi e velocità di crociera modulabile tra 10 e 15 nodi.

Extra Yachts - X96 Il nuovo X96: un tre ponti adatto a qualsiasi armatore ami navigare in dislocamento senza rinunciare alla possibilità di disporre di andature più veloci in semi-dislocamento.

A tutto questo si aggiungono tre cabine doppie per l’equipaggio con superfici di oltre 30 mq, dotate di comfort molto elevato pensando proprio alle esigenze del personale nel corso di crociere impegnative, nonché passaggi dedicati che non interferiscono mai con la vita di bordo degli ospiti. Anche in questo caso la costruzione è in composito e abbiamo un dislocamento di 125t e ben 238 GT, come detto lo sviluppo del progetto è su tre ponti più fly e gli spazi all’aperto e al coperto sono davvero ampi ovunque arrivando ad avere un volume fino al 20% in più su alcuni dei principali competitor. Un lavoro di progettazione molto accurato e di cui siamo molto soddisfatti per il risultato ottenuto anche dal punto di vista tecnico. Una “navetta in chiave moderna”, perché riesce a coniugare sia gli aspetti del comfort tipico di questo tipo di unità sia prestazioni più elevate che permettono di offrire un range di utilizzo più ampio e una maggiore eco-compatibilità. Consideri che su ogni ponte, escluso quello inferiore ovviamente, abbiamo spazi all’aperto arrivando ad una superficie totale di ben 146 mq, opportunamente arredati per offrire comfort e privacy all’armatore e ai suoi ospiti. Sul ponte principale e sul ponte superiore tutti gli spazi sono stati studiati per offrire occasioni di convivialità tanto al coperto quanto all’aperto, ai quali si aggiunge la superficie del fly in posizione predominante. Sul ponte superiore a prora troviamo una grande area prendisole, a poppa un salone all’aperto in collegamento con la grande dining area al coperto a centro nave, sul ponte principale a poppa è presente un’altra area relax con un grande divano a L e tavoli, tutto questo ci permette di offrire a ogni ospite la possibilità di condividere momenti di relax e di beneficiare di privacy quando necessario, potendo sfruttare internamente una superficie di ben 184 mq.

L’X96 sarà esposto in anteprima a Cannes e siamo molto curiosi di vederlo e se possibile anche provarlo in mare, ma non sarà la sola unità che porterete vero?

Porteremo anche l’ultimo scafo consegnato del modello Extra X86 nella versione semidislocante, uno yacht con il quale abbiamo ottenuto importanti riscontri e che stiamo ulteriormente sviluppando, anche in questo caso gli esterni sono dell’ing. Guida mentre per gli arredi interni l’armatore ha affidato il compito allo studio inglese Lawson Robb. Questa è una barca che il pubblico ha già avuto modo di apprezzare e sulla quale stiamo sviluppando un nuovo modello che sarà presentato il prossimo anno, l’X88 Fast, che amplifica ulteriormente il concetto Extra di una diretta connessione con il mare e ampi volumi interni ed esterni, sul quale adotteremo anche in questo caso una tripla motorizzazione IPS di Volvo Penta.

Extra yachts - X86 Il modello Extra X86 nella versione semidislocante sarà esposto a Cannes.

Per noi Cannes 2021 è molto importante sia per il lancio del X96 Triplex sia per la proposta alla nostra clientela delle nuove linee. La combinazione di una carena Dual-mode che adottiamo su tutti i nostri modelli, capace di navigare in dislocamento e in semi-dislocamento in modo appropriato, con una tripla motorizzazione IPS da 1.000 HP, ci permette di raggiungere dei traguardi importanti in termini di comfort, consumi ridotti, autonomia e gestione energetica a bordo per garantire all’armatore di poter godere di lunghe soste in rada, ridurre le soste per il rifornimento, poter affrontare navigazioni a lungo raggio in tranquillità. Tutto questo soddisfa sicuramente i requisiti che il cantiere e il Gruppo cui appartiene avevano in mente fin dalle origini dello sviluppo del progetto Extra Yachts. L’X96 è uno yacht che ben si adatta ad armatori esperti che non vogliono andare su dimensioni maggiori ma non intendono rinunciare al comfort e agli ampi volumi che queste sono in grado di offrire. Mode e semplificazioni non trovano spazio in questo progetto, la cura con cui è stato realizzato offre come risultato un design che strizza l’occhio al classico con soluzioni stilistiche e tecniche d’avanguardia. Per noi era importante assicurare ad armatore e ospiti un contatto costante con l’elemento mare e questo lo abbiamo ottenuto con la progettazione degli elementi strutturali e quelli trasparenti che permettono su tutti i ponti e in qualsiasi ambiente, di avere il mare a vista. Naturalmente anche su questo yacht lasciamo all’armatore ampia scelta nell’allestimento per realizzare la sua barca, in questo caso lo studio Hot Lab ha seguito uno stile classico negli interni pur restando all’interno dei canoni dello stile moderno, creando ambienti ricchi ed eleganti ma di semplice naturale vivibilità.

Per quanto riguarda la rete commerciale, come la state organizzando?

Siamo già molto avanti anche in questo, infatti, abbiamo siglato accordi con un partner esclusivo alle Baleari, poi in Spagna, Germania, Inghilterra, Turchia, mentre in Italia e in Francia siamo già direttamente presenti. Lo sviluppo della rete commerciale continuerà con operatori in altri paesi, ma il processo di selezione per noi è molto importante e richiede tempo, preferiamo fare le cose con calma, sebbene con lo sviluppo dell’ultimo anno siamo già presenti in importanti aree del bacino Mediterraneo.

Extra Yacht - Ancona Lo stabilimento Palumbo Superyachts di Ancona.

Dicevamo che far parte di un gruppo navale specialistico come Palumbo Superyachts è sicuramente un vantaggio per il travaso di esperienze costruttive e tecniche, ma per quanto riguarda gli aspetti commerciali e soprattutto il post-vendita?

Palumbo Superyachts ci permette di disporre di strutture dislocate in aree strategiche del Mediterraneo come Napoli, Malta, il sud della Francia, Savona, Ancona e uffici di rappresentanza in Costa Azzurra, questo è sicuramente una garanzia per il cliente ma anche una grande opportunità per noi nel rapporto con il cliente e con la rete vendita.

A questo punto non ci resta che attendere l’apertura del Cannes Yachting Festival il 7 settembre prossimo per venire a vedere la grande novità X96 Triplex e l’X86!

Direi di sì, siamo certi che il nuovo X96 sarà apprezzato per i suoi contenuti progettuali e per l’elevato livello qualitativo della costruzione e dei materiali utilizzati, è uno yacht dalle caratteristiche uniche nella sua categoria di appartenenza, non segue mode del momento e riteniamo sia destinato a mantenere la sua attualità a lungo proprio grazie alle sue doti tecniche in combinazione con un’estetica moderna sì, ma classica nel suo sviluppo, dunque, priva di eccessi.

EXTRA X 96 - Scheda Tecnica

  • L.f.t. 28,60 mt
  • L.w.l. 23,90 m
  • larghezza massima m 7,60
  • immersione a pieno carico m 1,95
  • dislocamento a pieno carico 125 t
  • motorizzazione 3x1.000 HP Volvo Penta IPS 1350
  • riserva carburante litri 15.000
  • capacità serbatoi acqua dolce litri 2.400 – generatori 2xKohler 35 kW
  • velocità massima nodi 17,5
  • velocità di crociera nodi 15
  • autonomia alla velocità di crociera economica di 10 nodi 2.000 NM
  • posti letto totali 10+2 per armatore e ospiti, 6 in tre cabine per equipaggio
  • bagni totali 6 per armatore e ospiti + 3 per equipaggio.

Di seguito il video del varo tecnico dell'Extra X96: