Accessori indispensabili in barca

Autore Angelo Colombo
21/04/2021

Per chi si appresta ad affrontare la crociera in barca, facciamo un riepilogo degli accessori di cui non si può fare a meno sia ai fini della sicurezza, sia per ragioni legate al piacere di navigare.

Accessori barca

Sicurezza

Piacere

Accessori per la sicurezza a bordo/sicurezza

Per quanto riguarda l’aspetto più importante, dunque la sicurezza, passiamo direttamente oltre le dotazioni previste dalle normative in vigore per categoria di imbarcazione e tipo di navigazione e vi invitiamo a considerare alcuni accessori da aggiungere alla lista.

VHF portatile

Il primo accessorio che riteniamo essere imprescindibile - soprattutto per chi si avventura in escursioni costiere con natanti normalmente non dotati di VHF fisso - è un apparato VHF portatile, perché, se è vero che sotto costa possiamo contare sul nostro telefono per chiamare il 1530 in caso di necessità, è altrettanto vero che i tratti di costa non coperti dalla rete GSM sono numerosi. Inoltre, la presenza del VHF portatile da usare durante eventuali operazioni di soccorso, agevola e non di poco le comunicazioni con i mezzi che intervengono in caso di soccorso. Oggi acquistare un apparato VHF di questo tipo non è più oneroso; infatti, il mercato offre molte soluzioni a basso impatto economico che per un apparato di emergenza rappresentano la soluzione ideale. Dai blasonati Standard Horizon e Icom ad apparati più economici ma comunque efficaci come i Cobra, Retevis, Polmar e altri apparati efficaci e dai prezzi più che abbordabili. Naturalmente l’antenna di cui sono dotati questi apparati non vi permetterà di comunicare a grandi distanze, ma andranno più che bene per chiedere soccorso o ausilio sul canale 16, così come per comunicare con barche in prossimità.

Radio PMR

Sempre rimanendo all’interno del tema delle comunicazioni, visto il basso costo e la facilità di reperimento sul mercato oltre all’assenza di qualsivoglia limitazione d’uso o normativa da rispettare, consigliamo anche di portare con sé una coppia di piccoli apparati radio PMR (ricetrasmittenti/ricetrasmettitori/walkie talkie) con i quali comunicare tra chi resta a bordo e chi magari va a terra per diverse ragioni, come fare la spesa o andare in un ristorante. Nell’ambiente nautico questi accessori sono particolarmente utili anche per comunicare rapidamente tra più barche in occasione di uscite di gruppo senza impegnare le frequenze VHF, che è bene preservare allo stretto necessario per situazioni di pericolo.

Accessori per barche - Radio PMR Gli apparecchi PMR portatili risultano molto utili per le comunicazioni tra chi resta a bordo e chi scende sulla terra ferma, oltre a garantire la libertà delle frequenze VHF da utilizzare in caso di pericolo. Foto: boataccessoriesaustralia.com.au.

Cime supplementari

 Altro elemento ritenuto molto importante e spesso trascurato da molti diportisti è la presenza di cime in aggiunta a quelle comunemente utilizzate per l’ormeggio. Le cime aggiuntive possono sopperire a esigenze di ormeggio impreviste, rizzaggio di materiali a bordo in caso di cattivo tempo, riparazioni volanti e messa in sicurezza di persone e oggetti con il mutare delle condizioni meteo.

Custodie impermeabili

 Altro aspetto spesso trascurato dai neofiti è l’esigenza di proteggere documenti, apparati elettronici e altri oggetti sensibili all’umidità o addirittura all’acqua diretta con custodie impermeabili o sacche stagne. Questi piccoli ed economici accessori hanno il compito di garantire il funzionamento, per esempio, del nostro VHF portatile o del telefono in caso di sopraggiunte condizioni meteo avverse. Ma le sacche stagne hanno anche il compito di mantenere un cambio asciutto, così come tenere al riparo dall’acqua oggetti che è bene restino asciutti.

Luci notturne

Uno degli errori commessi da molti neofiti della nautica è quello di dare per scontato che non navigheranno mai di notte, questo si riscontra soprattutto in chi utilizza la barca per le sole escursioni costiere in estate. Di fatto, si deve sempre considerare l’ipotesi che per un imprevisto faremo rientro in porto dopo il tramonto, per questo è bene avere a bordo prima di tutto una luce di via di fortuna (nel caso di un natante un bianco omnidirezionale da posizionare nel punto più alto disponibile) che costa pochi euro e vale sempre la pena avere a bordo. In aggiunta è consigliato avere a bordo almeno una torcia, molto utili quelle moderne a LED che assicurano luce abbondante e durata elevata delle batterie. Naturalmente ci rivolgiamo in questo caso a chi fa uso di piccoli natanti, perché per barche più importanti in termini dimensionali questo aspetto è risolto dalle normative, ma il piccolo natante usato per andare a fare il bagno a poche miglia dal porto non sfugge alle regole del buon senso.

Maggior informazioni su: Segnali nautici

Accessori per barca - sacche stagne Ideali per garantire il funzionamento del VHF portatile o del telefono in caso di condizioni meteo avverse, le sacche stagne permettono di avere sempre un cambio di vestiti asciutto. Foto: fanpage.it.

Tanica morbida per il carburante

 Accessorio di facile stivaggio, non eccessivamente costoso ma all’occorrenza molto prezioso è la tanica morbida appositamente dedicata ai carburanti. Dobbiamo considerare sempre l’ipotesi di doverci rifornire non potendo attingere a un distributore di carburante sulla costa ma magari a qualche centinaio di metri dal punto di approdo. Forse non servirà mai, ma se considerate che può capitare di arrivare con poco carburante in prossimità di un porto dove per ragioni a voi ignote il suo distributore è chiuso, allora comprenderete perché il benzinaio stradale a poche centinaia di metri diventa prezioso e la vostra tanica morbida indispensabile.

Protezione-dal-sole

 Sebbene l’accessorio di cui parliamo ora può essere annoverato più facilmente tra quelli deputati a garantire maggiore comfort a bordo, in realtà svolge anche una funzione di sicurezza dei componenti l’equipaggio. Ci riferiamo ad adeguate protezioni dai raggi solari, dunque, un tendalino e creme solari con elevato fattore di protezione. Andando per mare capita a tutti di uscire per fare un bagno e rientrare, dunque pensando di esporsi ai raggi solari al massimo per due o tre ore, per poi scoprire che a causa di un inconveniente o di un più piacevole incontro inatteso, la nostra esposizione può prolungarsi anche di molte ore. In questo caso, se non si è attrezzati a dovere, si corrono dei rischi che è meglio evitare.

Maschera da sub

 È sempre bene avere a bordo una maschera da sub, a prescindere dalla volontà o meno di voler effettuare attività di snorkeling. Può servire per togliere una cima incattivata nell’opera viva o nella trasmissione del nostro motore, per agevolare l’ancora nella perdita di presa sul fondale, per riuscire a sopportare acqua e vento nella fase di rientro in porto con condizioni meteo mutate magari molto rapidamente, come avviene in estate. 

Cassetta degli attrezzi

 Un consiglio che ci sentiamo di dare ai nostri lettori meno esperti è anche quello di predisporre una piccola cassetta degli attrezzi: non serve un’officina portatile a bordo di un natante, ma alcuni attrezzi sono fondamentali per poter riparare piccoli guasti agli accessori di coperta, per fissare viti che possono allentarsi con l’uso della barca soprattutto a velocità elevate o mare formato, e quindi cacciaviti, pinze, un coltello multiuso di quelli dotati anche di aprigrilli, lama seghettata e lama liscia. Attrezzi capaci di permetterci di risolvere piccoli inconvenienti potranno evitare di rovinare una giornata in barca con la necessità di dover rientrare prima del previsto, o peggio, chiedere assistenza. Da non dimenticare alcune fascette di varie dimensioni, sono semplici da usare, robuste e facili da rimuovere, per questo rappresentano la soluzione d’emergenza ideale in molti casi.

Regali per naviganti

Accessori per barca - cassetta attrezzi Una piccola cassetta per gli attrezzi dev’essere sempre presente a bordo: permette di riparare i piccoli guasti ed evitano la possibilità di rovinare una giornata in barca per la necessità di dover rientrare prima del previsto.

Accessori per il piacere di navigare/piacere

 Passiamo adesso alla valutazione di accessori capaci di rendere la nostra giornata a bordo più piacevole. 

GPS cartografico

Il primo accessorio che ci sentiamo di suggerire soprattutto ai neofiti è un GPS cartografico. Anche in questo caso le offerte sono tante, e i prezzi non più proibitivi soprattutto per gli apparati più piccoli. I produttori di questo genere di accessori, come Garmin, Lorenz, Simrad, B&G, Lowrance, Raymarine, offrono tante soluzioni efficaci e a costi abbordabili. La cartografia elettronica ci permette non solo di sapere sempre, dove siamo e dove stiamo andando, ma soprattutto di avere una chiara visione del fondale scongiurando di finire su secche o scogli sui quali danneggeremmo il nostro mezzo. Inoltre, questi apparati ci permettono di valutare la nostra uscita in ogni momento monitorando le miglia percorse, la rotta seguita e quella utile per fare rientro, permettendo di comunicare la nostra posizione nel dettaglio tanto a eventuali soccorritori quanto ad amici che vogliono raggiungerci.

Accessori per barca - App cartografica Una piccola cassetta per gli attrezzi dev’essere sempre presente a bordo: permette di riparare i piccoli guasti ed evitano la possibilità di rovinare una giornata in barca per la necessità di dover rientrare prima del previsto.

Le numerose APP di cartografia sfruttano il GPS del telefono per svolgere la funzione di navigatore e rappresentano un’ottima alternativa per chi non vuole acquistare un apparato dedicato. 

In alternativa si possono acquistare le applicazioni fornite dai produttori di cartografia elettronica, come Aqua Map, C-Map o Geonav, che sfruttano il GPS del nostro telefono e il suo processore per svolgere la funzione di navigatore. Naturalmente quest’ultima è una soluzione forse meno efficace sia in termini di operatività sia in termini di affidabilità, ma è un’ottima alternativa all’acquisto di un apparato dedicato. Queste soluzioni conferiscono maggiore sicurezza alla nostra barca, ma anche il piacere di navigare sempre nella piena consapevolezza di ciò che facciamo, che in mare non guasta mai. Gli apparati più moderni sono anche in grado di ricevere avvisi di burrasca - che in ogni caso potremmo monitorare sul nostro VHF portatile sui canali dedicati - e di procedere autonomamente alla definizione delle rotte per andare da un punto a un altro tenendo conto di ostacoli sommersi o emersi in modo del tutto automatico e con i consigli di rotta durante la navigazione.

Aqua Map: Chart Plotter e molto altro a portata di smartphone

Frigo 12 V

Un accessorio da avere sempre a bordo dei natanti più piccoli è sicuramente un piccolo frigo alimentato a 12V. In commercio ce ne sono diversi con assorbimenti elettrici modesti e soprattutto spostabili, spesso sono concepiti per le auto, quindi a bordo sarà necessario trovare un gavone asciutto dove riporlo in sicurezza. Questo accessorio può offrire acqua e bibite fresche, e allo stesso modo assicura che la nostra merenda arrivi in condizioni gradevoli per il palato e pronta per essere degustata.

Gonfiabili

 Accessori che negli ultimi anni si sono imposti sul mercato sono sicuramente i gonfiabili con varie destinazioni d’uso, dai SUP ai kayak, passando per i rimorchiabili e le spiaggette galleggianti da ancorare alla barca. Sono accessori robusti, facili da utilizzare e che richiedono solo la presenza di una pompa adeguata, meglio se elettrica. Da sgonfi sono poco ingombranti e il loro utilizzo è un incremento delle possibilità di godere di una giornata di mare all’insegna del relax.

Accessori per barca - spiaggetta Grazie alle spiaggette gonfiabili, sarà possibile ‘ingrandire’ la nostra barca, creando una zona per rilassarsi e ormeggiare con altri mezzi più piccoli. Foto: blog.magellanostore.it.

Powerbank ,piatti e bicchieri

Il settore degli accessori che possiamo portare a bordo della nostra barca è molto variegato e ricco di prodotti, qui abbiamo voluto sintetizzare quelli che riteniamo più importanti per incrementare la sicurezza e il comfort, non abbiamo citato di proposito quelli che consideriamo ormai scontati come bank carica batterie per i telefoni o altri accessori alimentabili con USB e simili, ma ci teniamo a ricordare che per quanto riguarda piatti e bicchieri, ovviamente non di materiale frangibile come vetro e ceramica, consigliamo  quelli in materiale compostabile oppure quelli in plastica lavabili. Limitare l’uso delle plastiche in mare è un dovere di tutti noi, per questo tra gli accessori veramente indispensabili non deve mancare un sistema per la raccolta dei rifiuti che saranno poi scaricati a terra. Ci sono poi tanti altri accessori che migliorano la vita di bordo, dalle sedute morbide e asportabili da posizionare su gavoni, pozzetti e sulle tughe, sistemi per il fissaggio di altri accessori come portacanne o addirittura portabicchieri e altri accessori che seppur non indispensabili, sono molto utili.