Giovani e attenti alla sostenibilità. Ecco chi sono i nuovi acquirenti di barche

Autore La squadra di iNautia
30/08/2022

Gli acquirenti di barche come li conosci stanno cambiando. Sapere a chi stiamo vendendo (e che cosa vogliono veramente) è la chiave per rimanere a galla in un settore in continua evoluzione come il mercato dei beni di lusso. La recente ricerca di YachtWorld ha svelato alcuni aspetti interessanti. I dati confermano la tendenza verso un mercato più giovane, un aumento delle donne fra i potenziali acquirenti e una maggiore enfasi su barche sostenibili e a minor impatto ambientale. Scopri questa nuova generazione di proprietari di yacht e cosa si aspettano dalla loro barca.

screenshot-7

Acquirenti sempre più giovani

L’idea di possedere una barca ha chiaramente fatto breccia nei target più giovani. Parliamo di Millennial e Generazione Z. Secondo lo studio condotto da YachtWorld nel 2022, la quota di utenti della Generazione Z (18-24 anni) che visita il sito YachtWorld è aumentata di uno sbalorditivo 64% rispetto al 2019. Nel 2019 questo gruppo costituiva il 2% del totale di chi ha contattato venditori di barche, mentre nel 2022 è arrivato a quota 7%.

Anche i Millennial hanno dimostrato interesse all’acquisto di barche come mai accaduto prima. La quota di 35-44enni ha registrato un notevole aumento. Nel 2019 costituiva il 17,6% di tutte le visite, mentre nel 2022 è passato al 22,3%: una crescita pari al 21%. Inoltre, la percentuale dei Millennial più giovani, tra 25 e 34 anni, è cresciuta dal 12,6% del 2019 al 13,6% del 2022. Un aumento del 7%.

In termini di visite totali alla piattaforma, gli utenti tra i 45 e i 54 anni, detengono ancora il primato. Ma, per la prima volta, il secondo gruppo più numeroso è composto da visitatori più giovani (età 35-44 anni).

Anche se con il 57% delle visite totali a YachtWorld gli acquirenti con un’età superiore ai 45 anni sono ancora i più numerosi, è tempo che il settore tenga conto dei nuovi dati, e reagisca di conseguenza.

Group of young people on a boat socializing and using cell phones

 

Non solo visite. In molti hanno l’intenzione di comprare

I visitatori di un sito costituiscono ovviamente solo una faccia della medaglia. Le visite che si convertono in lead (ovvero visitatori che contattano i venditori) sono più alte fra i gruppi con un’età maggiore. Ciò significa che durante una visita al sito è più probabile che questi gruppi mostrino interesse all’acquisto di una barca o di uno yacht. Tuttavia, i tassi di conversione della Generazione Z e dei Millennial risultano comunque sorprendentemente alti, rispettivamente dello 0,37% e dello 0,30%.

Young man at the helm with sunglasses.

 

Sempre più donne al timone

Anche l’analisi per genere del comportamento degli acquirenti nel 2022 ha risvolti interessanti. In forte crescita la quota delle donne interessate all’acquisto di una barca, con un incremento del 40% negli ultimi 3 anni: dall’11% del totale dei visitatori del 2019 al 18% del 2022. La quota di mercato occupata dagli uomini scende di conseguenza dall’89% all’82% del 2022.

È inoltre significativo che, nonostante gli uomini rappresentino ancora la maggioranza dei visitatori, le donne sono più inclini a dimostrare interesse all’acquisto tramite la piattaforma. I tassi di conversione per le donne (ovvero visitatori che contattano i venditori) sono più alti rispetto a quelli per gli uomini: 0,38% contro 0,35%.

A woman does yoga on the deck of a boat

Millennial e Generazione Z vogliono più sostenibilità

Che cosa significa questo cambiamento dei dati socio-demografici per il settore nautico? Per rispondere dobbiamo indagare di più sugli aspetti a cui danno valore gli acquirenti più giovani. L’articolo Insights from Forbes sostiene che questa generazione consuma in modo diverso dalle precedenti perché ha profili online molto curati. Questi utenti usano molto i social media e come risultato tendono a “percepirsi come brand, scegliendo di conseguenza marchi allineati al loro personale posizionamento, spesso rivendicando l’associazione con sole aziende sostenibili”.

La piattaforma di vendita e leader del mercato statunitense Boat Trader, parte di Boats Group, ha esaminato le attuali tendenze di mercato, rivelando che Millennial e Generazione Z considerano la responsabilità sociale un aspetto fondamentale nel processo di acquisto di una barca. Questi clienti sono disposti a pagare un prezzo più alto per prodotti sostenibili che li rassicurino sul loro ruolo di consumatori. Se per i baby boomer la sostenibilità dei brand più di lusso è connessa alla loro natura di scarsità ed esclusività, gli acquirenti più giovani vogliono essere convinti sulla base della responsabilità sociale e dell’impatto ambientale.

Oltre a essere più esperti di tecnologia rispetto alle generazioni precedenti, Millennial e Generazione Z sono guidati dalla ricerca di esperienze durante il loro processo di acquisto. Boat Trader riferisce che “usano water toys come mai prima d’ora, praticano yoga all’alba sul ponte, fanno SUP all’ora di pranzo e pescano di sera”. È il senso di completezza che le barche possono offrire ad attirare questo pubblico. E se l’imbarcazione è progettata in modo sostenibile, tanto meglio.

A young man on board a boat looks at the sea

Il COVID-19 ha contribuito a rendere più sostenibile il comportamento di chi acquista

Il COVID-19 ha cambiato tutto. E uno di questi cambiamenti ha riguardato un cambio di direzione globale verso la trasformazione ecologica. Secondo Forbes, in particolare il settore dei beni di lusso ha iniziato a investire in iniziative che promuovono il cambio di passo in ambiti come l’emergenza climatica, il ripristino della biodiversità e la protezione degli oceani.

La pandemia ha avuto inoltre effetti sulle abitudini di acquisto. Aver trascorso lunghi periodi in lockdown ha portato molti clienti del lusso a riconsiderare obiettivi di vita e decisioni finanziarie, secondo Sustainable Brands. Allo stesso modo, le lotte di giustizia sociale, come il movimento Black Lives Matter, e i temi ambientali come gli incendi disastrosi in tutto il mondo, sono stati a lungo al centro dell’attenzione. Le persone hanno dunque ricercato un contatto con la natura, facendo ogni giorno passeggiate all’aperto in spazi verdi.

“Gran parte della risposta alla pandemia da parte dei consumatori ha continuato a riguardare aspetti come la ricerca di felicità e del senso della vita, già in voga prima della pandemia. In particolare, psicologi e sociologi si sono da tempo convinti che avere uno scopo e poter servire una causa in senso lato rappresentino uno dei fondamenti della felicità. Amplificata dalla pandemia, questa tendenza continuerà a lungo in futuro”.

Rispetto per il pianeta, senza compromessi

Molte delle tendenze in atto puntano verso un’economia circolare, che per il settore del lusso significa privilegiare articoli usati e noleggiati. Chi vende barche dovrebbe inoltre tenere sempre presente l’abilità tecnologica dei clienti Millennial e della Generazione Z. Video e dirette live sui canali social sono probabilmente più in linea con questo tipo di pubblico rispetto ai media tradizionali.

Il mercato del lusso potrebbe apparire agli antipodi della sostenibilità. Tuttavia, come spiegato in un articolo di Marketing Society, concetti come il “glamping” – una forma di campeggio glamour – riescono a coniugare lusso e sostenibilità nel campo del turismo. Nell’ambito delle auto di lusso, invece, i nuovi prodotti sfruttano la tecnologia per ridurre le emissioni. L’industria nautica segue la stessa scia. Sempre più produttori di barche e yacht propongono modelli a zero emissioni, tanto sostenibili quanto lussuosi.

Nautica elettrica e futuro della vela

Anche i governi di tutto il mondo stanno rispondendo a questa crescente richiesta di politiche rispettose dell’ambiente. Nei Paesi Bassi, per esempio, i canali centrali di Amsterdam saranno interdetti a barche non elettriche a partire dal 2025, e nel resto della città entro il 2030 (5). Il provvedimento segue l’esempio di villaggi come Giethoorn, dove già l’accesso è consentito a sole barche elettriche. È probabile che altre località in Europa adottino lo stesso approccio.

Le esperienze nautiche sostenibili che questi nuovi target ricercano si presentano in forme diverse. Noleggiare barche anziché possederle, scegliere energie green come quella solare o quella eolica, mantenere pulite le acque grazie a una nautica ecologicamente responsabile e optare per viaggi in barca sostenibili sono solo alcuni modi per soddisfare le nuove esigenze. Le piattaforme di vendita di barche, come quelle di Boats Group, stanno rendendo più facile che mai filtrare per modelli elettrici.

In these times of constant change, every nautical reality must evolve to stay on the market. It is increasingly important to deliver on the promises that embrace long-term sustainability goals. This is what our customers ask, and our oceans rely on it.

Canals of Amsterdam with boats crossing them.

Image credits: SimonSkafar / iStock; Kampus Production / Pexels; Nataliya Vaitkevich / Pexels; Mihai Vlasceanu / Pexels; neshom / Pixabay