Comprare la barca in un salone nautico

Autore Maria José Lemos
28/09/2018

Il salone nautico è il luogo per eccellenza in cui comprare una barca e dove gli espositori sono soliti preparare offerte speciali dedicate appositamente all’evento.

Se state pensando di comprare una imbarcazione nuova, visitare un salone nautico è una tappa obbligatoria. I vantaggi sono chiari: si può accedere ad una grande varietà di imbarcazioni della stessa lunghezza o gamma di prezzo, conoscere più a fondo nuove marche e le novità del proprio cantiere preferito, approfittare delle offerte e degli sconti e prendersi il tempo necessario per osservare attentamente diverse barche nello stesso giorno, che sarebbe altrimenti impossibile se ci rivolgessimo solo ai rivenditori della propria zona.

Dieci semplici passi per comprare una barca in un salone nautico  

  1. Decidere il tipo di barca e il salone che si intende visitare
  2. Definire un budget di spesa che comprenda il prezzo della barca e le varie spese annuali
  3. Esplorare il mercato e consultare i portali specializzati nella vendita delle barche
  4. Decidere qual è la barca che più si addice alle nostre esigenze e considerare considerazione un’eventuale alternativa
  5. Stilare una lista delle caratteristiche che deve possedere la barca
  6. Pianificare la visita al salone e prendere appuntamenti con gli espositori
  7. Scegliere la barca che si intende comprare, negoziare il prezzo di essa e degli accessori
  8. Organizzare i documenti
  9. Pagare le imposte
  10. Stipulare l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile

salon-barcelona-2017 Comprare una barca in un salone nautico è un’esperienza che permette di godere e osservare da vicino le imbarcazioni che più ci interessano.

Cosa comporta possedere una barca

Comprare una barca, qualunque sia la sua lunghezza, non è semplice e richiede una pianificazione approfondita: servono ore e ore di ricerche preventive per raccogliere il materiale e le informazioni necessarie per prendere decisioni sulla barca che si desidera acquistare e poter restringere sempre di più le opzioni di scelta. Inoltre, una volta individuata la barca, non bisogna dimenticarsi delle necessità e delle spese aggiuntive che sorgeranno al momento dell’acquisto; l’ormeggio, l’assicurazione, il titolo di proprietà, i permessi e tutte le altre questioni burocratiche.

L’ormeggio è uno dei fattori principali da tenere in considerazione al momento di scegliere l’imbarcazione idonea. Se già si possiede un ormeggio occorrerà assicurarsi che esso sia delle dimensioni adeguate per la nostra nuova barca. Nel caso in cui non si disponga di un ormeggio, occorrerà fare in modo di ottenerne uno. In Italia la questione dell’ormeggio sta diventando critica, infatti i suoi alti costi  incidono fortemente sulle spese annuali dei proprietari delle barche. Per esempio, per ormeggiare uno yacht di 12 metri si può arrivare a spendere anche 4.000 euro all’anno. Le regioni italiane che presentano i prezzi più accessibili sono, attualmente, la Liguria e il Veneto, mentre la Sardegna sta conoscendo un incremento dei prezzi, come riflessO della sua esclusività come luogo di vacanza. Un buon modo per contenere le spese potrebbe essere quello di tenere la barca in ormeggi galleggianti durante l’estate, per spostarla poi, durante l’inverno, in un porto con prezzi di ormeggio inferiori.

In un salone nautico, oltre alla possibilità di trovare la barca giusta si potranno ottenere risposte o assistenza su alcuni di tali problemi, poiché è importante trovare una soluzione per custodire o ormeggiare la propria barca, e almeno conoscere costi ed optional a disposizione e se state cercando la vostra prima barca, potrebbe valere la pena, per esempio, prendere in considerazione solo barche rimorchiabili.

Organizzare le informazioni

Quando si avrà più o meno chiaro ciò che si intende comprare, qualche settimana prima di partecipare al salone nautico occorre passare alla fase successiva del programma: ottenere informazioni dirette e complete dei modelli che possono interessarci, dei cantieri, degli importatori e dei distributori. Ad essi sarà possibile chiedere direttamente informazioni, preventivi e le offerte speciali che vengono solitamente proposte durante i saloni principali. Navigare sui siti web appositamente dedicati alla compravendita di imbarcazioni può essere di grande aiuto per perfezionare la propria ricerca. iNautia possiede un’ampia offerta di barche nuove e permette di filtrare la ricerca per marca, modello, gamma di prezzo, e molti altri criteri, affinché non si perda tempo con ciò che non soddisfi le nostre esigenze. Iscrivendosi al portale, sarà possibile creare un proprio elenco di barche preferite, cui si potrà accedere sempre dal proprio computer o cellulare.

È consigliato informarsi sulle opzioni disponibili per ciascuno dei modelli di barca selezionate. Le alternative possono essere varie e numerose e possono influenzare decisivamente le qualità della barca in questione, nonché il prezzo finale. Per gli elementi come il motore (o i motori), le vele nel caso di una barca a vela, l’elettronica, gli accessori e gli aspetti legati alla sicurezza, è necessario conoscerne l’importo e sapere se questi rientrano o meno nel prezzo finale, posto che il valore di alcuni di tali elementi può essere considerevole.

L’ideale, nel caso in cui abbiamo dimestichezza i fogli di calcolo, sarebbe organizzare tutte le informazioni in un apposito documento per confrontare le barche che ci interessano, soprattutto perché a livello di accessori, elettronica ed equipaggiamento ogni elemento può essere molto diverso. In tal modo sarà anche più facile distinguere tra gli aspetti essenziali e secondari dell’imbarcazione e sarà anche più facile preparare in maniera adeguata la propria visita al salone, dato che è possibile verificare se l’equipaggiamento sia effettivamente come è stato pubblicizzato.

Occorre anche dare un’occhiata al mercato di seconda mano per individuare alternative simili alla barca che si sta cercando. Ciò darà l’idea di come sono quotate altre barche simili già usate, se si stanno svalutando e quale configurazione deve assumere l’insieme di accessori affinché tutto sia adeguato alle nostre esigenze.

Se si possiede una barca da vendere potrebbe risultare vantaggioso informarsi circa il suo valore di mercato e proporla come parte del pagamento per l’acquisto di quella nuova, come avviene abitualmente per il mercato automobilistico. Grazie a questo sistema il venditore può includere una riduzione del prezzo. Per tale motivo si dovrebbe sempre avere chiaro il valore della propria barca per poter negoziare il suo prezzo in maniera corretta.

Maggiori informazioni su: Come vendere una barca

la-rochelle-2015 Prima di partecipare al salone nautico è bene chiedere informazioni ai cantieri, importatori e distributori circa modelli che possono interessarci maggiormente.

Prima del salone nautico

I saloni nautici generano scompiglio negli stand degli espositori, è dunque nel nostro interesse contattare con largo anticipo i venditori delle barche che ci interessano. È importante mostrargli il nostro interesse a visitare il salone, chiedere se saranno presenti, che novità presenteranno - alcuni rivenditori o espositori annunciano la loro partecipazione ai saloni sui loro siti web.

A pochi giorni dall’inizio del salone, è consigliato fissare diversi appuntamenti nei vari stand e, se possibile, riservare delle prove in mare, nel caso di un salone galleggiante o se il distributore dispone di una sede vicina al luogo dove effettuare tale prova. Inoltre, i distributori avranno la prerogativa di fornire l’entrata gratuita all’evento.

Fissare un appuntamento significa che il venditore ci attenderà e ci dedicherà il suo tempo per accompagnarci durante la visita e rispondere alle nostre domande. Ciò ci consentirà di chiarire tutti i nostri dubbi e di prendere una decisione. Partecipare al salone nautico senza aver fissato alcun appuntamento significa, invece, che quando ci si avvicina allo stand i venditori potrebbero essere occupati con altri clienti e si rischia di non ricevere la loro attenzione. Tuttavia, se qualche barca attira la nostra attenzione, una volta che ci troviamo nel salone, è bene non rinunciare a visitarlo e, se possibile, è consigliato tornare in un secondo momento per parlare con più calma con un venditore.

Nei principali saloni galleggianti, come il Salone Nautico di Genova, la quantità di barche presenti e il poco spazio a disposizione, fa sì che le manovre all’interno del porto siano alquanto complicate. Ciò potrebbe anche impedire a molte barche di navigare, per cui queste limitazioni e il poco tempo a disposizione potrebbero non consentire di provare le barche che più ci interessano. Occorre prepararsi a questa eventualità e, se possibile, provare a pianificare la nostra visita in modo tale da poter essere disponibili nei giorni successivi all’evento, quando alcuni espositori organizzano le loro prove in barca.

Testare una barca a vela è particolarmente complicato, in quanto richiede un equipaggio più numeroso. In questo caso, è bene cercare di riunire alcuni amici esperti nella navigazione per farsi aiutare il giorno della prova, e raccogliere i loro consigli, sempre utili e apprezzati.

Durante il salone nautico

Affinché la visita ad un salone nautico risulti proficua, la strategia migliore è organizzarla in base al tempo che si dispone. Se si tratta di una visita di un giorno, occorrerà ottimizzare al massimo la propria agenda e le priorità.

Se è possibile, può risultare di grande utilità recarsi al salone durante le sue prime ore di apertura, quando ancora non sono è presente la moltitudine di visitatori, per poter effettuare un’ispezione approfondita di tutto ciò che ci interessa, raccogliere le informazioni che ci mancano e fissare appuntamenti. Sempre le prime ore sono il momento migliore per testare le barche, poiché il personale dello stand è più disponibile.

Naturalmente, è conveniente portare con se una cartella con la documentazione selezionata antecedentemente, cui andranno aggiunte le nuove carte. Se le informazioni sono state organizzate in un foglio di calcolo, non dimentichiamoci di stamparlo e lasciare lo spazio necessario per le annotazioni. Può risultare utile avere a portata di mano degli appunti, in cui siano state antecedentemente ordinate le barche selezionate con i suoi principali optional e prezzi; ciò al fine di avere un documento di riferimento durante la visita e non perdersi nel caso in cui l’offerta del salone sia molto ampia.

Inoltre, i venditori dei diversi espositori apprezzeranno il fatto di avere di fronte un cliente perfettamente informato e documentato, che sappia quello che cerca e conosca i prezzi e le condizioni e, pertanto, lo tratteranno con maggior riguardo.

Un cliente deciso ad acquistare in un salone è molto apprezzato dai broker, dagli agenti, dai venditori e dagli intermediari di tutti i tipi. È importante che i professionisti sappiano ciò che il cliente desidera e cosa sia in grado di acquistare. Più queste figure si troveranno in competizione tra loro, migliori saranno le condizioni in termini di qualità, prezzo e servizi proposte al cliente.

Tuttavia, se ancora non si hanno le idee del tutto chiare, è possibile anche visitare il salone con l’obiettivo di prepararsi ad un acquisto che si concretizzerà durante il salone successivo e fissando una scadenza per definire senza alcuna fretta ciò di cui si ha bisogno (soprattutto se si intende comprare una barca grande o da crociera).

cannes-2018 Può risultare molto utile recarsi al salone durante le sue prime ore di apertura, quando ancora non è presente la moltitudine di visitatori ed il personale degli stand è più disponibile.

Negoziazione del prezzo e chiusura dell’acquisto

Una volta scelta la barca arriva il momento di negoziazione al fine di “ottimizzare” i prezzi e i servizi e, inoltre, per ottenere qualche sconto, accessorio o complemento che il venditore può decidere di includere nell’importo totale, al fine di “guadagnarsi” il cliente.

È importante che sia chiaro come gestire la documentazione relativa all’acquisto, chi ne è responsabile e chi paga. La polizza assicurativa, qualora non sia compresa nell’acquisto, può essere stipulata nel salone stesso, spesso inclusa in qualche offerta speciale. È importante approfittare della nostra permanenza nel salone per completare correttamente il processo di acquisto.

Una volta avvenuto, non resta altro che consegnare l’imbarcazione, con tutti i suoi elementi ed accessori, al suo legittimo proprietario il quale dovrà controllare accuratamente che sia tutto al suo posto. A questo punto, egli può cominciare a navigare e godere del suo viaggio in mare, dopo aver speso ore tra i moli e mesi su Internet.