Come comprare una barca usata

Autore Maria José Lemos
26/10/2018

In questo articolo ti spieghiamo come effettuare l’acquisto di una barca di usata con la massima efficienza ed evitando spiacevoli sorprese.

I vantaggi derivanti dall’acquisto di una barca usata sono evidenti: da un lato, a differenza dall’acquisto di un’imbarcazione nuova, con il budget disponibile ci si può permettere una barca di maggiori dimensioni o di un costruttore più pregiato; dall’altro lato la barca scelta è già disponibile sul mercato, e non occorrerà attendere settimane (o mesi) perché arrivi alla concessionaria.

Acquistare una barca di seconda mano è oggi abbastanza semplice grazie ai portali di compravendita che mettono in contatto venditori e compratori in un istante. Tuttavia, la cosa più importante, come in tutti gli acquisti di questo tipo, è non prendere decisioni avventate.

Su iNautia è possibile effettuare la ricerca della barca desiderata concentrandosi esclusivamente su barche usate scegliendo la marca e il modello, ma anche filtrando per lunghezza, prezzo, anno di costruzione, criteri che ti consentiranno di ottenere una lista effettiva di barche usate adatte alle tue esigenze. È molto importante che tu abbia ben chiari sia questi criteri, sia le caratteristiche della barca che possano soddisfare le tue preferenze.

Se hai deciso di acquistare una barca di seconda mano, la cosa più importante è non prendere decisioni affrettate. Foto: Diego Yriarte.
Se hai deciso di acquistare una barca di seconda mano, la cosa più importante è non prendere decisioni affrettate. Foto: Diego Yriarte.

Come comprare una barca usata in 9 semplici passi:

  1. Scegli una barca adatta al tuo piano di navigazione
  2. Ricorri all’aiuto di un broker
  3. Considera alcuni parametri e caratteristiche
  4. Tieni conto della prima impressione
  5. Crea una lista di barche finaliste
  6. Visita la barca
  7. Esamina gli elementi più importanti
  8. Effettua una prova di navigazione
  9. Affidati al buon senso

Scegli una barca adatta al tuo piano di navigazione

Per prima cosa, ciò che deve essere chiaro è per quali scopi hai intenzione di impiegare la tua barca. Non è infatti la stessa cosa utilizzarla per praticare sport acquatici o dedicarsi alla pesca d’altura, e neanche navigare vicino alla costa, di cala in cala o effettuare una navigazione lunga. Ovviamente esistono tipi di barche che permettono di fare tutto ciò e anche di più, ma tanta versatilità ha il suo prezzo, dunque, se il tuo budget è limitato, è bene restringere le tue priorità affinché la tua barca si adatti al tuo piano di navigazione principale e, dunque, evitare di pagare inutilmente per funzionalità non essenziali o che non sono di tuo gradimento.

Ricorri all’aiuto di un broker

Se non hai molta esperienza, non conosci bene il mercato delle imbarcazioni o vuoi affrontare con tranquillità l'intero processo di acquisto, potrebbe essere una buona idea parlare con un professionista esperto nella vendita di barche usate, il cosiddetto broker nautico. Un buon broker sarà in grado di ascoltare i desideri dei suoi clienti, potendo interpretare ciò che desiderano e non, al fine suggerire barche di seconda mano che si adattino alle loro esigenze e aiutarli ad effettuare l’acquisto in maniera efficiente e soddisfacente.

Considera alcuni parametri e caratteristiche

Le dimensioni del serbatoio del carburante e il consumo dei motori, che determinano l’autonomia della imbarcazione, sono molto importanti in caso di navigazione d'altura e per viaggi lunghi È anche importante fare una stima del consumo di acqua, per determinare più o meno le dimensioni del serbatoio di acqua potabile di cui avrai bisogno, e del consumo energetico dei dispositivi che desideri avere a bordo. Nel caso di una navigazione di lunga distanza, la barca dovrà essere equipaggiata per garantire sicurezza e comfort.

Questo approccio va applicato a tutti i tipi di imbarcazioni e tutti i piani di navigazione; è importante sempre eseguire inizialmente alcuni calcoli per evitare di rimanere a corto o di eccedere con le quantità effettivamente necessarie e, successivamente, stilare una lista delle caratteristiche e delle attrezzature imprescindibili per la tua barca ideale. Crea due colonne, una dedicata agli elementi che dovrebbe possedere la barca e una per tutto ciò che puoi aggiungere tu stesso. Per esempio, se necessiti di una certa quantità di acqua potabile, puoi inserire nella tua lista la dimensione di un serbatoio ideale ed anche l’eventuale possibilità di installare un impianto di depurazione delle acque. Se invece ti dedichi agli sport acquatici, allora le tue esigenze potrebbero essere rivolte allo spazio a bordo per tavole e accessori, ma anche alla velocità, accelerazione, potenza, ecc. Grazie a questa lista dei requisiti essenziali potrai valutare meglio se una imbarcazione può essere o meno la tua candidata ideale, nonché organizzare il risultato delle tue ricerche in una classifica.

Tieni conto della prima impressione

Quando effettui la ricerca delle barche che ti interessano concentrati sulle foto realistiche, ossia delle barche effettivamente in vendita e non su quelle di repertorio dei cantieri o di quando la barca era nuova. Osserva bene le immagini: è tutto ordinato? È presente l’equipaggiamento essenziale? La vasca da bagno è abbastanza spaziosa? Credi che la disposizione delle cabine consente la privacy che desideri? Ti sembra tutto pulito? Non perdere tempo con le barche che non soddisfano i tuoi requisiti, continua a cercare e non esitare ad eliminare le opzioni che non ti interessano. E ricorda: una barca che presenta un buon aspetto, avrà maggiori probabilità di essere in buone condizioni strutturali rispetto ad una che sembra essere abbandonata da tempo. La prima impressione è anche molto importante quando si visita una barca per la prima volta: tienila a mente quando arriva il momento di prendere una decisione.

nuevas-titulaciones
È importante preparare un elenco di caratteristiche e attrezzature che la tua nave ideale deve possedere.

Crea una lista di barche “finaliste”

Dopo aver osservato, cercato e scelto le barche che si adattano meglio al tuo budget e al tuo piano di navigazione, occorrerà anche effettuare alcune chiamate per verificarne i dettagli e ottenere informazioni dagli armatori o dai broker. Queste chiamate o email ti serviranno per conoscere in maniera più precisa le barche che ti interessano e scartare quelle che credi non soddisfino i criteri per te essenziali. Con le informazioni raccolte, elabora un elenco delle barche “finaliste” (da tre a cinque), che dovresti visitare. Se al termine delle visite avrai le idee chiare, una di loro finirà per essere la tua barca.

Visita la barca

Quando arriva il momento di visitare le barche “finaliste”, l’ideale sarebbe essere accompagnati da un esperto o da qualche amico fidato, più informato di te sull’argomento. Quindi, mentre tu conversi con il venditore per acquisire quante più informazioni, il tuo accompagnatore potrà andare in esplorazione e prestare attenzione ai dettagli che tu potresti non essere in grado di osservare per mancanza di tempo. Durante la visita è molto importante scattare fotografie e prendere appunti per stilare una lista dei punti di forza e di debolezza della barca visitata.

Quali elementi esaminare?

Per essere più sicuro e possedere informazioni per una negoziazione più efficace, potrebbe essere una buona idea ricorrere ad un professionista ed effettuare una perizia pre-acquisto. Tuttavia, se hai tempo, lasciati coinvolgere il più possibile e personalmente in tutto il processo di acquisto, imparerai molto e conoscerai tutti gli aspetti della barca.

La struttura della barca

Non tutti hanno la capacità di identificare i problemi strutturali di una imbarcazione e l’ideale, come è logico, sarebbe incaricare un professionista per svolgere tale compito. Tuttavia, durante la prima visita è bene che sia tu stesso ad osservare alcuni punti chiave e successivamente, farli valutare da un esperto.

Esterni e interni

Verifica se all’esterno il gelcoat presenta dei danni e delle crepe o se lo scafo sembra essere stato dipinto recentemente nel tentativo di nascondere qualche difetto grave. Osserva attentamente la coperta per identificare possibili lesioni o perdite d’acqua, specialmente nelle guarnizioni e nelle giunzioni tra i materiali, alla base dei raccordi, etc. Controlla inoltre se ci sono segni di sforzo eccessivo o deformazioni (per esempio nella alberatura, se si tratta di una barca a vela). Se noti qualcosa di insolito chiedi all’armatore che cosa è successo al riguardo. Il modo in cui risponderà potrà darti degli indizi sulla gravità del problema, se è ricorrente o se è solo il risultato di un episodio isolato.

Controlla la sentina: sarebbe ideale che si presenti pulita e senza acqua o olio. Verifica che la pompa della sentina funzioni bene e anche lo stato e il funzionamento dei rubinetti. La struttura che connette l’arridatoio con la chiglia è un altro elemento chiave della solidità strutturale, occorre verificare, dunque, che non vi siano incrinature o danni nel laminato.

Altri elementi che ti possono dare dei segnali positivi, o negativi, circa la struttura della barca sono gli armadietti e le porte: se si aprono e si chiudono bene, è un punto a favore. Controlla anche le paratie e osserva se ci sono difetti nelle giunzioni con lo scafo. Anche lo stato del legno in generale ci dà molte informazioni sulla cura che la barca ha ricevuto nel tempo. Dovresti accertare la presenza di eventuali rigonfiamenti, di cristalli di sale e altre imperfezioni.

Diego Yriarte
Durante la prima visita, è bene prestare attenzione ai possibili problemi strutturali della barca. Foto: Diego Yriarte.

L’impianto elettrico di bordo

L’impianto elettrico è molto importante, soprattutto nel caso di una barca da crociera. Il rapporto tra amperaggio e consumo ti dà un’idea approssimativa dell’autonomia elettrica della barca. Parla con il proprietario per renderti conto se la dotazione è sufficiente o se ti raccomanda di apportare qualche cambiamento che si adatti meglio alle tue necessità. Verifica se il banco batteria di bordo è ordinato e pulito, che non presenti residui di solfato sui poli e sui collegamenti. Assicurati inoltre che tutto il cablaggio sia in buone condizioni, ben protetto, organizzato e identificabile.

Il rapporto tra amperaggio e consumo ti dà un’idea approssimativa dell’autonomia elettrica della barca.
Il rapporto tra amperaggio e consumo ti dà un’idea approssimativa dell’autonomia elettrica della barca.

Motore, equipaggiamento, manutenzione, documentazione

Il motore della barca deve aver passato le sue revisioni periodiche in maniera tale che un proprietario ordinato tenga tutto annotato nel libro della manutenzione.

È importante controllare la sala macchine: le ore di funzionamento del motore o dei motori, le cinghie, i livelli e i filtri del carburante, nonché il generatore, il dissalatore, l’aria condizionata, l’idraulica, le pompe, le installazioni del gas.

È bene anche assicurarsi che tutte le apparecchiature a bordo funzionino correttamente, ma se ci sono problemi, prendi nota poiché puoi utilizzare quelle informazioni per negoziare condizioni o prezzi migliori. Verifica che tutte le attrezzature di sicurezza siano in accordo con il tipo di imbarcazione, l’area di navigazione e in buone condizioni. Controlla anche l’elettronica: i radar, il GPS, la sonda, il plotter. Anche la cucina richiede attenzioni: il frigorifero, i fornelli, il microonde, le luci, la cappa. Pensa bene all'equipaggiamento elettronico o elettrico che intendi utilizzare o che vuoi mantenere, quanto al resto puoi proporre al proprietario che se lo tenga lui e dunque di abbassare il prezzo.

boat-survey-2
Controllare la sala macchine è fondamentale nel processo d'acquisto di una barca usata.

Se si tratta di una barca a vela, verifica che l’orza sia in buone condizioni soprattutto nell’unione con lo scafo/en la union con el casco. È bene anche osservare attentamente il timone, se è perfettamente allineato e se funziona correttamente. Eliche, passascafi, anodi sacrificali, tutti questi elementi devono essere esaminati attentamente.

Tutti gli armatori dispongono di un diario di bordo personale con tutte le informazioni circa la manutenzione della barca e i miglioramenti apportati, oltre alle fatture delle revisioni e delle riparazioni, il documento dell’ultima ispezione tecnica, il certificato di navigabilità: tutto ciò risulta essere di grande aiuto per conoscere meglio la barca e la cura che è stata dedicata alla sua manutenzione. Chiedi inoltre se possiede i manuali di istruzione delle attrezzature dell’imbarcazione, poiché ti saranno molto utili.

Effettua una prova di navigazione

L’imbarcazione attraccata ti consente di fare molti controlli, ma se sei soddisfatto e vuoi proseguire con l’acquisto, è fondamentale effettuare un prova di navigazione. In tal caso, occorre verificare alcune cose che già hai provato nel porto, per esempio, che le porte, i cassetti, etc. continuino ad aprirsi e chiudersi bene.

Se non sei un navigatore esperto, è consigliabile scegliere un accompagnatore che possa consigliarci e aiutarci ad interpretare i segnali di una barca in movimento: l’avviamento del motore, le vibrazioni, il fumo dei tubi di scappamento. Effettua poi tutte le manovre del caso per testare l’imbarcazione anche in diverse condizioni.

Se si tratta di una barca a vela, provala per tempo e, se possibile, in condizioni diverse, con più o meno vento. Registra i giri e le velocità del motore e verifica se corrispondono a quelli specificati dal costruttore. Prova l’imbarcazione anche in retromarcia. Controlla gli orologi e gli strumenti di navigazione per assicurarti che tutto funzioni correttamente. E ricordati di osservare le manovre della barca e il suo comportamento quando si muove all’interno del porto. Dovresti anche sperimentarla quando si trova ancorata, per esempio, se vuoi pescare o trascorrere qualche ora con la famiglia godendoti il sole: è importante sapere se la barca ha una  buona stabilità.

Affidati al buon senso

Quando si acquista una barca occorre essere dotati di buon senso e sapere cosa sia giusto, o meno, per noi. Un difetto, un problema con l’equipaggio, cioè tutto ciò che non è strutturale, può essere risolto facilmente, e non è bene scartare una barca che ci piace, o una buona opportunità, per via di problemi di facile soluzione.