Come scegliere una barca a vela

Autore Angelo Colombo
10/06/2020

Le barche a vela sono da sempre un segmento molto importante dell’intero mercato nautico nazionale. Le ragioni sono molteplici come vedremo di seguito, ma le prime sono sicuramente di natura emozionale.blog-1-1

Navigare a vela porta a mettere da parte le preoccupazioni, ridurre lo stress, vivere il momento e sentire il potere della natura. Certo, occorre avere basi più solide in termini di cultura della navigazione, ma alla fine avrai la soddisfazione di dominare la tua barca.

Nonostante la maggior parte delle imbarcazioni a vela moderne siano equipaggiate per agevolare le manovre, navigare a vela continua a essere un’attività esigente dal punto di vista fisico, ed è quindi la scelta più corretta se se intendiamo condurre uno stile di vita più attivo; una barca a vela, inoltre, è molto più rispettosa dell’ambiente rispetto a una barca a motore.

Leggi di più su: Parti di una barca a vela: scafo, chiglia, timone, alberatura

Barca nuova o barca usata?

Per prima cosa sarà necessario decidere se comprare una barca nuova o usata. I vantaggi di acquistare una barca di prima mano sono molto simili a quelli dell'acquisto di una macchina nuova. Potremo optare per una serie di elementi e attrezzature secondo  gusti e necessità personali. Inoltre, potremo contare sulla garanzia di legge da parte del costruttore nel caso in cui dovesse presentarsi qualche problema. Dovremo tuttavia pagare un deposito al momento dell’acquisto e attendere - in alcuni casi diversi mesi - che la barca sia pronta per la consegna. Se possediamo già una barca, questi mesi d’attesa potrebbero non rappresentare un problema. In caso contrario, una barca di seconda mano potrebbe essere una valida alternativa, dato che potremmo portare a termine una transazione più veloce.

Vela 1 Prima di scegliere una barca vela dobbiamo rispondere a/prima domanda rispondere nuova o usata (didascalia)

Anche i vantaggi di una barca usata sono abbastanza intuibili: è possibile trovarne una ben equipaggiata e sofisticata a un prezzo più accessibile rispetto a un esemplare nuovo e saremo esenti dal deprezzamento che si verifica nei primi anni; al contrario ne trarremo beneficio. Inoltre, la quantità di offerte presenti sul mercato potrà indurre il proprietario della barca ad accettare più facilmente di negoziare il prezzo iniziale.

Molti dealer offrono barche nuove in stock e barche di seconda mano. Questo agevola la possibilità di fare una ricerca e mettere a confronto modelli diversi per valutarne pregi e limiti secondo le nostre aspettative.

Domande basiche e regole

Quando siamo sul punto di scegliere una barca, dovremmo seguire una serie regola base: non esagerare con spazio e dimensioni di cui non abbiamo realmente bisogno. Quanto più grande ed equipaggiata sarà la barca, più il suo prezzo sarà elevato. Un’imbarcazione di maggiori dimensioni suppone, inoltre, costi di gestione e manutenzioni che avranno un impatto importante sul budget che vogliamo investire.

Per fare una selezione accurata durante la scelta di una barca a vela, è opportuno rispondere a queste domande chiave:

  1. Dove e durante quale stagione hai intenzione di navigare?
  2. Con chi condividerai l'esperienza di navigazione?
  3. Qual è il programma di navigazione che prediligi?
  4. Dove ormeggerai la barca?
  5. Qual è il budget che hai a disposizione?

E' importante dedicare il tempo necessario per valutare tutti gli aspetti prima di rispondere a ogni domanda. Le risposte ci aiuteranno a definire il tipo di barca che stiamo cercando e che più si adatta al nostro stile di vita: la scelta potrebbe essere diversa da ciò che avevamo in mente inizialmente.

Un altro fattore fondamentale è conoscere a fondo il progetto di navigazione, vale a dire l’uso che faremo della nuova barca. Se siamo alla ricerca di una barca da crociera o da regata, per esempio, potremmo optare per un’imbarcazione che ci permetta di conciliare entrambe le attività. Abbiamo in mente di navigare in zona o in luoghi più lontani? Effettueremo delle uscite in famiglia o con amici? Posto barca o rimorchio?

Rispondendo a queste domande ci potremo farci un’idea dell'imbarcazione che ci conviene acquistare, anche se, ovviamente, dovremo adattarci alla disponibilità economica. Nel budget che intendiamo dedicare alla barca dovremo considerare anche i costi di manutenzione della barca, assicurazione, posto barca, rimessaggio, invernaggio ecc. Possedere una barca rappresenta sempre un impegno importante.

Maggiori informazioni su 

Manutenzione delle vele

Manutenzione della barca

L’assicurazione della barca

Invernaggio

vela 2 Le situazioni che ci si trova ad affrontare in una regata sono quelle che più aiutano a migliorare le proprie conoscenze sulla navigazione. Foto: Martinez Studio.

Provare differenti barche a vela prima di comprarne una

Il mercato offre un'ampia scelta di barche a vela. Cercando su alcuni portali di compravendita di barche come iNautia o YachtWorld, è possibile avere un’idea della quantità di opzioni a disposizione: più di 13.000. Oltre a una gran varietà di modelli, è presente un'ampia disponibilità in diversi materiali di costruzione e caratteristiche.

Prima di iniziare la ricerca, sarà bene considerare le nostre capacità di navigazione e valutare se abbiamo bisogno di imparare qualcosa in più sulla vela, anche se già possediamo esperienza. Il primo consiglio è di prendere la patente nautica; sarebbe ideale che lo facesse anche qualcuno della famiglia. Navigare con amici e veterani e/o iscriversi a un corso individuale o di gruppo potrebbe essere una buona opzione per acquisire esperienza e sicurezza, quando inizieremo a navigare sulla nostra barca le responsabilità saranno maggiori.

Più informazioni su: Come prendere la patente nautica

Un modo per imparare rapidamente potrebbe essere partecipare a qualche regata. La varietà di situazioni che possono presentarsi durante la competizione e la quantità di manovre da effettuare ci consentiranno di migliorare, quasi senza rendersene conto.

Nel frattempo puoi sempre provare barche a vela di amici o anche prenderne una a noleggio in un club o in charter per iniziare a fare una lista delle caratteristiche per prioritarie, ma anche di ciò di cui possiamo fare a meno.

Consulta tutte le barche a noleggio su iNautia

Frequentare eventi e consulta gli esperti

Passeggiando per pontili, fiere e saloni nautici, parlando con amici esperti, skipper professionisti e anche consultando broker nautici e dealer della tua zona, potremo raccogliere diverse informazioni. Se abbiamo già effettuato una selezione iniziale ed ci siamo fatti un’idea della barca a vela che intendiamo acquistare, queste conversazioni possono aiutare a chiarire gli ultimi dubbi, ricordando sempre che non tutte le opinioni hanno lo stesso valore.Un broker che conosce bene la zona in cui vuoi navigare e che è abituato a offrire consulenza a numerosi clienti, sicuramente saprà rispondere a tutte le domande, e molto meglio di un amico fidato.

La (prima) barca a vela

La barca a vela ideale per iniziare a navigare non esiste, dipende dalle preferenze e dalle necessità di ognuno di noi. La dimensione più ricercata sul mercato è quella al limite dei 10 m di lunghezza scafo, perché è ancora un natante ma offre sicuramente spazio per la crociera comoda con la famiglia; inoltre, molti diportisti si sentono più tranquilli a non superare i 10 metri di lunghezza. Tuttavia, per ordinare le idee, un modo rapido per effettuare una preselezione è cercare la tua barca a vela in base alla sua lunghezza.

La scelta più logica è iniziare con una barca piccola, meno sofisticata e più economica, per ovvie ragioni: minori costi di ormeggio, rimessaggio, manutenzione, ricambi ecc. Se navigheremo con la famiglia o con due o tre persone al massimo e per escursioni giornaliere, può darsi che una barca a vela leggera sia sufficiente per iniziare, ma dovremo prima valutare, magari con l’aiuto di un esperto, alcuni elementi di sicurezza, stabilità e comodità.

Le barche trasportabili con rimorchio hanno diversi vantaggi. Quello più ovvio è che non si dovrà pagare l’ormeggio; inoltre, potendola trasportare nel luogo più opportuno, si può utilizzare facilmente anche nel periodo invernale e apportare modifiche o fare manutenzioni. Se la barca a vela entra invece in modo costante nella routine della nostra vita, allora avere un posto barca diventa fondamentale per navigare con facilità e comodità.

vela penelope L'ideale è cominciare con barca piccola, meno sofisticata e più economica, per via dei minori costi di ormeggio, rimessaggio, manutenzione, ricambi ecc. Nella foto una Lady Penelope.

Se prediligiamo la comodità e i grandi spazi, è opportuno cercare una barca a vela tra i 25 e i 33 piedi, o tra gli 8 e i 10 metri. Avremo a disposizione almeno una cabina, un bagno e una cucina, e ciò consentirà di realizzare traversate un po’ più lunghe. Con una barca di queste dimensioni avremo a disposizione più spazio per la famiglia e potremo continuare a imparare i trucchi della navigazione. Queste misure permettono di condurre il mezzo con equipaggio ridotto, di portare ospiti dall’esperienza marina inesistente che non ti aiuteranno nelle manovre etc..

La configurazione e il disegno delle barche a vela si sono evoluti notevolmente rispetto al passato. Al giorno d’oggi fiocchi autoviranti, winches elettrici, mulinelli, rinvii della manovra al pozzetto e molti altri progressi rendono le imbarcazioni a vela da 30 a 40 piedi, o anche 45 adatte ad essere scelta come prima barca, soprattutto con un buon budget e qualche miglia di esperienza. 

Tra le barche a vela di queste dimensioni è possibile trovare proposte che si adattano anche alla crociera-regata. In questo caso sarà meglio avere tutte le informazioni necessarie per scegliere la barca che offra il miglior equilibrio tra crociera familiare e competizione. Molti cantieri propongono dei pack che includono la possibilità di personalizzare la barca in base ai tuoi gusti o esigenze. Al momento di fare un preventivo si dovranno tenere in considerazione le spese di queste varianti al modello di serie per migliorare elettronica, vele e altri elementi della barca. Se si vogliono vivere lunghe traversate, sarà possibile trovare in commercio barche a vela già equipaggiate.

Barche a vela in legno

Se siamo appassionati di barche dal profilo classico, le barche a vela in legno potrebbero essere la risposta ai nostri desideri. Naturalmente queste barche non sono per chiunque, richiedono grande attenzione e cura. Sui siti di compravendita come iNautia esistono diversi modelli di barche a vela in legno in vendita, alcune addirittura con più di 100 anni di mare sulla chiglia. Se siamo decisi ad adottare lo stile di vita che comporta possedere una barca a vela in legno, è opportuno rivolgersi a un esperto di fiducia che possa darci consigli durante tutto il processo d’acquisto e aiutarci a trovare una barca in buone condizioni o comunque ricondizionabile in sicurezza.

vela legno Navigare su una barca a vela in legno può essere un'esperienza carica di fascino. Foto: Diego Yriarte.

Barche a vela sportive

La vela spesso si trasforma nello sport preferito di coloro che iniziano a navigare da giovanissimi. Nonostante non si tratti di professionisti, amano la competizione e dedicano gran parte del loro tempo libero ad allenarsi e a partecipare alle regate.

Tuttavia, sono molti coloro che, dopo aver iniziato ad appassionarsi alla vela grazie ad amici o in un club nautico, decidono di barca da vela sportiva per partecipare a qualche regata. Queste barche possiedono normalmente dimensioni e design adatti a questo tipo di competizioni. L’insieme di questo tipo di barche a vela senza motore fa parte del segmento denominato vela leggera da competizione, un tipo di navigazione che include la vela olimpica e le sue classi. Oltre a queste classi, esistono molti altri tipi di barche a vela leggera da competizione diventate popolari, come le classi Dragon, J80 e J70, Moth, Star, Snipe, ecc.

vela competizione Le barche a vela leggera da competizione sono progettate per le regate: massima velocità e comfort ridotti al minimo. Barca: J/80. Foto di J/Boats.

Si tratta di imbarcazioni che non sono pensate per la crociera e che per questo motivo non offrono molti comfort. Il loro principale obiettivo è raggiungere la massima velocità per cui tutto ciò che è superfluo è eliminato per garantire pesi leggeri.

La maggior parte di queste barche sono fabbricate in vetroresina e compositi leggeri e sono rimorchiabili. Se si sceglie questo tipo di barca è importante essere disposti ad imparare ed essere consapevoli che si tratta di un processo lento, e che potrebbe anche non terminare mai. Le barche un po’ più grandi permetteranno di gareggiare con un equipaggio di due o tre persone, il che può rivelarsi anche molto divertente. Se abbiamo amici o conoscenti con molta esperienza, potremo imparare da loro e fare progressi rapidamente.

Se non riesci a scegliere...

Se, durante la fase di scelta e selezione della barca, ti rendi conto che le emozioni prendono il sopravvento sulla ragione e che stai prendendo in considerazione barche non corrispondenti alle tue reali esigenze, fermati e ricomincia dalle suddette domande chiave iniziali: è importante non lasciarsi sedurre. Dove e durante quale stagione hai intenzione di navigare? Con chi hai intenzione di farlo? Qual è il tuo budget?