Come scegliere una barca a motore

Autore Angelo Colombo
10/06/2020

Le barche a motore offrono numerosi vantaggi come la velocità, la praticità e spazi interni più ampi e comodi. In questo articolo trovi i consigli per scegliere la barca a motore che meglio si adatta alle tue esigenze.

fotos-blog-50

 

I vantaggi di una barca a motore sono diversi: conduzione della barca sicuramente più comoda, strumentazione e organi di manovra abbastanza intuitivi e motore che, con un po’ di pratica, si riesce a gestire senza troppo difficoltà (a prescindere se entrobordo o fuoribordo). Tutto questo rende la barca a motore più veloce da usare, soprattutto per i neofiti e rispetto alle complicate barche a vela, per le quali è necessario un periodo di apprendimento più lungo.

Per scegliere un’imbarcazione occorre seguire alcune regole basiche. Il primo consiglio è quello di non eccedere con spazi e dimensioni di cui non hai realmente bisogno. Più la barca sarà grande ed equipaggiata, maggiore sarà il suo peso, dunque, avrà bisogno di una maggiore potenza per raggiungere una buona velocità, fatto che implica maggiori costi di esercizio. È opportuno dedicare il tempo necessario a decidere quale tipo di barca si adatta al tuo stile di vita e al tuo budget, oltre a essere realista riguardo all’utilizzo che ne intendi fare.

Scegli la barca a motore adatta alle tue necessità

Il mercato nautico offre un'ampia scelta di barche a motore. Cercando su alcuni portali di compravendita di barche come iNautia o YachtWorld, è possibile farsi un’idea della quantità di opzioni a disposizione. Oltre a una grande varietà di modelli, troverai anche imbarcazioni costruite con materiali differenti e diverse opzioni di motore e potenza. Prima di cominciare la tua ricerca, tenta di capire quale barca si adatta maggiormente alle tue necessità, budget e obiettivi.

Più informazioni su: Comprare la prima barca

Barca nuova o barca usata

Per prima cosa sarà necessario decidere se barca nuova o usata. I vantaggi dell'acquisto di una barca di prima mano sono molto simili a quelli dell'acquisto di una macchina nuova. Potrai scegliere, per esempio, una serie di accessori e optional in funzione dei tuoi gusti e delle tue esigenze.

Acquistando una barca nuova, avrai anche a disposizione la garanzia del costruttore. Tuttavia, dovrai pagare un deposito al momento dell’acquisto e attendere - in alcuni casi diversi mesi - che questa sia pronta per la consegna. Se possiedi già una barca, questi mesi d’attesa potrebbero non rappresentare un problema. In caso contrario, una barca di seconda mano potrebbe essere un’alternativa valida grazie a una transazione immediata.

Anche i vantaggi di una barca usata sono abbastanza chiari: è possibile trovarne una ben equipaggiata e sofisticata ad un prezzo più accessibile rispetto a un esemplare nuovo, e sarai esente dal deprezzamento che si verifica nei primi anni, anzi al contrario, ne trarrai beneficio. Inoltre, la quantità di offerte presenti sul mercato potrà indurre il proprietario della barca ad accettare più facilmente di negoziare il prezzo.

Consulta l'offerta di barche a motore nuove o usate in vendita su iNautia

Tipologie di barca a motore

Il passo successivo, a questo punto, è conoscere i tipi di barca più comuni e informarsi sulle loro caratteristiche distintive. Di seguito, presentiamo i diversi tipi di barche a motore a disposizione sul mercato italiano, in ordine di prezzo (dal più basso al più alto) e le loro caratteristiche principali:

Gommone fuoribordo 

Semirigida

Open

Pilotina centrale

Cruiser sportivo e cruiser familiare

Barche da pesca sportiva

Per approfondimenti: Barche a motore: tipologie, motori e usi

Gommone fuoribordo: agilità ad un prezzo accessibile

Se non si utilizza molto il gommone, è opportuno sceglierne uno che sia facile da piegare e conservare. Foto: Zodiac Cadet Fastroller acti-v CFR 360.

I gommoni sono fabbricati in tessuto PVC o Hypalon. il PVC è più leggero e pratico soprattutto se hai la necessità di ripiegare la barca per custodirla. L’Hypalon è più resistente e durevole, ed è l’opzione ideale se hai intenzione di lasciare la barca esposta all’aperto - e soprattutto al sole - per lunghi periodi.

Esistono due principali tipi di gommoni: con fondo gonfiabile e con fondo rigido. Se stai cercando una barca leggera, facile da montare e che garantisca una navigazione comoda per i passeggeri, il fondo gonfiabile con aria a pressione è l'ideale. Se prediligi una maggiore velocità, rigidità e un uso più efficace dell’energia, il fondo rigido è perfetto. Sarà necessario scegliere, inoltre, gli optional che si adattano al programma di navigazione: sedili, cassapanche, custodia esterna, borsa per il trasporto, kit di riparazioni ecc. Ovviamente, l’acquisto di tutti questi accessori avrà un impatto sul budget. Sarà opportuno, dunque, assicurarsi di disporre di un luogo accessibile per custodire la barca durante l’inverno e poter rimessare il motore.

Semirigida: rapida e pratica

3-elegir-barco-a-motor-semirrigida-1-2 Una semirigida con console e chiglia; nel doppio fondo si trova il deposito di combustibile. Foto: Zodiac.

I RIB, battelli pneumatici dotati di chiglia rigida, si caratterizzano per tubolari pneumatici e uno scafo in composito, normalmente vetroresina ma in alcuni casi anche fibre di carbonio. La funzione dei tubolari è principalmente quella di stabilizzare il battello. Questo genere di mezzi è nato inizialmente per esigenze professionali e in particolare militari, ma ben presto si sono imposte sul mercato del diporto fino a diventare i mezzi oggi più diffusi. Sono barche abbastanza accessibili in termini costo, capaci di offrire spazi generosi e sempre più sofisticate negli allestimenti, grazie a numerosi cantieri che dedicano a questi mezzi tante energie progettuali e costruttive. La loro versatilità rende i RIB i mezzi ideali in funzione della loro dimensione, per applicazioni anche molto diverse: da quelle come tender di grandi yacht fino a essere interpretati come vere e proprie barche da crociera, passando per mezzi più compatti per il day cruiser dove ampi spazi, stabilità e versatilità si rivelano alleati preziosi.

Joker Boat: artigianato, personalizzazione e unicità

La lunghezza, il prezzo e l’uso che si desidera fare della barca sono fattori importanti per prendere una decisione in fase di acquisto. Le barche con motore fino a 40,8 HP di potenza non richiedono il possesso della patente nautica. Oggi è possibile utilizzare motori di questa potenza con piedi maggiorati anche con barche più pesanti, come nel caso del Suzuki DF40ARI. La varietà di mezzi nati sulla scia progettuale del RIB permette di spaziare da mezzi semplici con timone a barra diretto sul motore fuoribordo fino a quelli con console di governo con timoneria idraulica o elettroidraulica, strumentazione elettronica completa e tanti altri accessori con i quali avventurarsi verso mete anche lontane.

Open: quando il protagonista è il sole

3-a-small-open-boat-can-offer-huge-driving-fun Una tipica imbarcazione open dotata di tutti i comfort per passare una giornata ideale al sole.

Le barche open, con la prua aperta, sono piuttosto piccole e con un pozzetto relativamente ampio. In questo caso la maggior parte dello spazio è occupato dai posti a sedere e dal posto di comando, normalmente protetto da un parabrezza apribile per accedere a una prua aperta e profonda, in cui i sedili  possono trasformarsi in solarium.

Questo tipo di imbarcazione può anche prevedere una piattaforma e un prendisole a poppa. Si tratta del tipo di barca ideale per trascorrere una giornata a bordo e rientrare in serata, dal momento che non dispone di cabina. Queste barche sono molto pratiche e maneggevoli e possono essere dotate di motore entrofuoribordo o fuoribordo. Tra i diversi modelli disponibili sul mercato, se porterete con voi dei bambini, è bene scegliere quelli con le murate un po’ alte.

Se preferisci avere più spazio e una barca compatta per rilassarti al sole insieme alla tua famiglia o agli amici, un'open rappresenta l’imbarcazione pratica, comoda e veloce per eccellenza. È possibile utilizzare un tendalino per proteggersi dal sole nelle giornate più calde o durante le immersioni. Questo tipo di barca può essere utile, di tanto in tanto, per pescare a poppa o a prua; alcuni cantieri offrono tra gli optional l’installazione di sedute elevate per pescare più comodamente.

Se sei alla ricerca di un’imbarcazione che si adatti anche agli sport acquatici, puoi dare un’occhiata alle barche nate proprio per attività come il wakeboard, dotate di motori entrobordo potenti, posti a sedere nel pozzetto comodi, torri per il trasporto delle attrezzature e per il traino degli sportivi e comandi automatici specifici per assicurare sempre la creazione di una scia adeguata con la distribuzione di liquidi all’interno di serbatoi di zavorra e flap sullo scafo.

Pilotina centrale: spazio e stabilità

7-elegir-barco-a-motor-consola-central-bosotn-whaler Una piccola barca a motore con pilotina centrale ci permette di avere più spazio in coperta. Foto: Boston Whaler

Se si ha bisogno di versatilità e comfort, è possibile che la giusta soluzione sia una coperta più spaziosa con elementi fissi e una disposizione flessibile: una barca con pilotina centrale su cui potersi muovere con facilità è una buona opzione. Le imbarcazioni di questo tipo consentono di pescare più comodamente e si adattano anche allo sci nautico, è possibile personalizzarle in base alle proprie esigenze e alcuni cantieri offrono anche dei mobili smontabili e un bagno come extra.

Queste barche sono molto facili da manovrare normalmente. Ne esistono con allestimenti diversi, come quelle dotate di prendisole prodiero, una cabina con bagno, una seconda cabina ricavata sotto il pozzetto, e ancora con un tavolo pranzo all’esterno e tutto quello che serve per una giornata in famiglia o una crociera costiera. Le pilotine più piccole, fino a circa 6 metri, sono facilmente trasportabili anche su strada, il che le rende sicuramente più versatili permettendo il ricovero a terra in un luogo più economico di un porto durante il periodo di invernaggio, dove l’utilizzo è meno frequente.

Più informazioni su: L’invernaggio della barca

Cruiser sportivo e cruiser familiare: il comfort di una cabina in più

1-the-atlantis-43-is-azimuts-attempt-at-an-affordable-sports-cruiser Un esempio di cruiser sportivo: Azimut Atlantis 43. Foto: Azimut

Velocità o comodità? Possiamo dire che esistono due tipi di cruiser: i più compatti, sportivi e dotati di una sola cabina prodiera, chiamati anche cuddy, e i cruiser familiari, più spaziosi, che puntano più sulla comodità dei passeggeri e non sulle prestazioni velocistiche. In ogni caso, un’elica di prua e alcuni flaps aiuteranno a rendere la navigazione più comoda e asciutta, soprattutto in caso di vento. È opportuno pensare al tipo di navigazione che si desidera affrontare e all’uso che si farà della barca: fine settimana o vacanze più lunghe a bordo? Con famiglia o con amici? I cruiser familiari sono disponibili in dimensioni e con disposizioni diverse, per cui non sarà difficile trovare qualcosa che ci faccia sentire come a casa.

Una soluzione sempre più frequentemente adottata dai cantieri è l’adozione di arredi convertibili grazie ai quali la configurazione interna della barca può variare in funzione delle esigenze del momento. Per esempio, alcune barche dotate di cabina singola a prua, con poche semplici manovre ricavano una seconda cabina a centro barca dove durante il giorno si trova la zona pranzo o dinette che dir si voglia. Per quanto riguarda la posizione della cucina, questa dipende molto dalle abitudini, ma all’interno lascia maggiore spazio alle aree conviviali all’aperto ed è meno sensibile al vento. Naturalmente anche qui subentrano costumi e abitudini, ci sono mercati nei quali la cucina è in piena condivisione con la vita di bordo, altri che preferiscono ambienti separati e chiusi.

Se stai cercando la prima barca in questo segmento, un cruiser di 30 piedi di seconda mano maneggevole ed efficiente può essere un buon punto di partenza, anche se ti puoi permettere una barca più grande e costosa. Dopo aver sfruttato l'imbarcazione durante la stagione, saremo certamente più preparati per navigare con maggiore fiducia e per decidere che tipo di barca e quali dimensioni si adattano meglio alle nostre necessità.

Barche da pesca sportiva: versatilità sorprendente

4-elegir-barco-motor-pesca-boston-whaler-e1522062450541 Se prediligi la pesca, sul mercato puoi trovare barche da pesca molto interessanti e versatili. Foto: Boston Whaler.

Se ti piace la pesca ma non ti vuoi compromettere con una barca troppo grande e se i tuoi programmi richiedono una certa versatilità, tra le opzioni da considerare c'è la barca da pesca sportiva pratica, stile walkaround, con sufficiente spazio per una piccola cabina sottocoperta e la potenza sufficiente per praticare sport acquatici. Si avrà a disposizione una barca che offre un po' tutto, per poter imparare le nozioni essenziali senza superare il preventivo stabilito.

Come scegliere una barca da pesca

Se invece la pesca costituisce una passione vera e propria e hai già esperienza a bordo di barche di questo tipo, il mercato offre una grande quantità di opzioni. Le barche da pesca sportive sono pensate per essere stabili, sicure e ampie, con l’obiettivo di offrire la massima comodità a bordo durante le battute di pesca, ma in alcuni casi tenendo presenti le esigenze della famiglia. Si tratta di imbarcazioni cabinate pensate per essere adeguate anche alle battute di pesca sportiva invernali, dotate di cabine comode, motori adeguatamente potenti e scafi capaci di tenere in sicurezza anche il mare formato. Con una barca un po’ più grande, sarà possibile anche ospitare famiglia e amici per navigare durante un intero fine settimana o per tutte le vacanze. Tra i cantieri americani ci sono molte proposte in questo senso, ma anche in Italia i cantieri si stanno sempre più spingendo verso soluzioni di questo tipo come il caso di Tuccoli, con modelli molto tecnici ma al contempo molto curati per essere idonei ad affrontare la crociera con la famiglia.

Noleggia un'imbarcazione

Se dopo aver contemplato tutte le opzioni non sei ancora convinto di quale possa essere la barca giusta, sarebbe opportuno prenderti del tempo e dedicare i giorni liberi o parte delle vacanze a provarne qualcuna. Il noleggio di due o tre barche diverse ti aiuterà a capire quale possa essere la più adeguata e con che tipologia ti trovi meglio. In questo modo potrai sperimentare diverse attività e, dopo aver passato un po’ di tempo a bordo di barche diverse, avrai le idee più chiare in merito alle tue preferenze, alle caratteristiche imprescindibili che dovrà avere la tua prossima barca, e a quelle di cui potrai fare a meno.