Come scegliere il motore della barca

Autore Angelo Colombo
08/08/2019

Il motore è chiaramente uno degli elementi essenziali per navigare, pertanto, la sua scelta dipende da numerose variabili. In questo articolo, ti aiutiamo a intraprendere il percorso di scelta del motore, tenendo in considerazione gli aspetti tecnici e pratici.

  • La scelta del motore giusto per la nostra barca è fondamentale poiché, non cambiandosi tanto facilmente, è destinato a condizionare a lungo il nostro rapporto con il mezzo.
  • Una volta individuata la tipologia di motore che ci interessa, in base alle prestazioni che vorremmo ottenere in mare, dobbiamo sceglierne la potenza.

motore barca

Individuare la tipologia di motore

Dobbiamo innanzi tutto analizzare la nostra barca: è a vela? A motore? Ha uno specchio di poppa o un supporto per il fuoribordo? Prevede l’installazione di un entrobordo? È prevista una trasmissione in linea d’asse? Con piede poppiero?

Individuata la tipologia di motore che dovremo scegliere per essere certi di ottenere le giuste prestazioni in mare, sulla base di quanto ha previsto il cantiere costruttore dovremmo identificare la potenza massima applicabile e quella consigliata. Dobbiamo tener presente che questi dati forniti dal cantiere sono assolutamente affidabili, perché fanno parte del progetto e delle analisi realizzate dai tecnici nelle fasi preventive alla costruzione sulla base di elementi certi quali le forme di carena, la struttura, il peso totale, le prestazioni stimate.

Tra le varie tipologie di motore si sta affermando poco a poco un sistema di propulsione innovativo. Stiamo parlando del motore elettrico che funziona mediante l’impiego di batterie ricaricabili da una rete elettrica o dei pannelli solari.

Per maggiori informazioni: Barche con motore elettrico 

Scegliere il motore appropriato

Già da sole queste indicazioni ci avvicinano molto alla scelta del motore più giusto per la nostra barca, ma poi dobbiamo porci delle domande che riguardano il nostro modo di interpretarla e utilizzarla. Rispondendo con concretezza a queste domande, cercando di arginare i sogni che ognuno di noi mette in campo quando acquista una barca, avremo degli elementi ancor più chiari per restringere il campo di ricerca del motore giusto.

  • Amiamo la velocità prima di ogni altra cosa?

Se amiamo la velocità ci orienteremo sicuramente verso la motorizzazione massima prevista dal progetto in termini di potenza espressa in HP.

barca a motore Se prediligiamo la velocità dovremo orientarci verso la motorizzazione massima in termini di HP. In foto: Scarab 215.

  • Siamo disposti a rinunciare a costi di esercizio più bassi in favore delle prestazioni velocistiche?

Se siamo disposti a rinunciare a costi di esercizio più bassi in favore di un mezzo più leggero e performante, allora ci orienteremo verso motori a benzina, sicuramente meno pesanti e più economici all’acquisto a parità di potenza. Questi motori rispetto ai diesel richiedono meno manutenzione e su questo dobbiamo riflettere per uno dei punti che seguono.

  • Intendiamo navigare tutto l’anno o solo un mese in estate?

Se intendiamo navigare tutto l’anno sicuramente la scelta del diesel ha senso, perché si riuscirà, con il costo del carburante leggermente inferiore e consumi più bassi rispetto un motore di pari potenza a benzina, a compensare la differenza di costo di acquisto. Se invece sappiamo già che faremo poche ore di moto nell’arco di un anno perché il nostro tempo libero è limitato, allora dovremo farci due conti e considerare i motori a benzina come la soluzione più appropriata.

  • Amiamo spingerci all’avventura verso navigazioni a lungo raggio o useremo la nostra barca per spostamenti brevi sotto costa? 

Se amiamo affrontare lunghe crociere a motore, dunque molte ore di moto, sicuramente la scelta del diesel è più appropriata per una questione di costi e di maggiore autonomia. Una volta se ne faceva anche una questione di affidabilità, ma oggi non avrebbe senso vista la tecnologia disponibile e la qualità media dei motori.

Ricapitolando, se il nostro motore sarà di tipo fuoribordo è inutile pensare per il diporto a soluzioni diesel, che pure esistono ma sono molto costose e non ancora sufficientemente diffuse da garantire un’assistenza adeguata. Se il nostro motore sarà entrobordo con trasmissione in linea d’asse o EFB, vale a dire entrofuoribordo, allora dobbiamo considerare entrambe le ipotesi, tenendo a mente la potenza massima applicabile e la potenza consigliata dal cantiere costruttore della barca.

Motore fuoribordo ed entrobordo Nel diporto il sistema a benzina è ottimale per i motori fuoribordo, mentre per quelli entrobordo meglio optare per soluzioni diesel.

Consiglio: individuare il motore più appropriato per una specifica barca e un dato utente richiede un minimo di esperienza, per questo suggeriamo di rivolgersi al cantiere costruttore per individuare con il vostro aiuto, la soluzione più appropriata. In alternativa un perito esperto potrà anche suggerirvi una soluzione che a voi può sfuggire, ma che a lui viene in mente sulla base di esperienze su barche uguali alla vostra.

La scelta della marca del motore

La scelta del motore della nostra barca è destinata a condizionare a lungo il nostro rapporto con il mezzo, i motori non si cambiano con leggerezza perché il loro costo è elevato e rivenderli sul mercato dell’usato difficilmente regala grandi soddisfazioni. Quindi, individuare quello giusto sin dall’inizio è fondamentale per godersi il mare a lungo.

Fin qui abbiamo considerato la totale libertà di scelta anche nella marca del motore, ma in alcuni casi le barche nascono o le acquistiamo usate con dei pre-rig che prevedono un motore di una specifica marca. In questo caso, nel calcolo dei costi si deve tenere conto anche di quelli derivati dalla sostituzione degli elementi già presenti a bordo, qualora si voglia procedere con un marchio diverso. Questo vale anche nella ri-motorizzazione di mezzi con motori entrobordo, bisogna accertarsi che il riduttore sia compatibile con la marca che vorremmo scegliere o che i piedi poppieri siano compatibili o che provengano comunque dalla stessa casa costruttrice. 

Maggiori informazioni su:

Come scegliere una barca a motore

Barche a motore: tipologie, motori e usi