Come comprare una barca

Autore Maria José Lemos
11/10/2018

Il processo d’acquisto di un’imbarcazione può rivelarsi molto stressante e occorre prestarvi la massima attenzione. In questa guida troverai i passi da seguire e alcuni trucchi interessanti per effettuare un acquisto in modo semplice e veloce.

comprare-barca
Ti aiutiamo passo dopo passo a cercare, trovare e organizzare l'acquisto della tua futura barca.

Non importa se si tratta della tua prima barca o se sei già un esperto navigante in cerca di una più comoda, più grande o più veloce. I passi da seguire sono gli stessi e nonostante spesso ci capiti di farci trascinare dalle emozioni quando visitiamo un salone nautico o navighiamo tra le offerte di barche su Internet, è fondamentale organizzare l’acquisto in modo metodico e usare la ragione. L’emozione sarà comunque assicurata quando ti troverai a bordo della tua nuova barca.

Prima di iniziare, ricorda che puoi decidere di rivolgerti a un broker nautico che possa guidarti e offrirti consulenza durante l'acquisto, soprattutto se hai intenzione di spendere una cifra considerevole. La commissione che pagherai sarà pienamente giustificata, dal momento che alla fine risparmierai tempo e guadagnerai tranquillità.

Come comprare una barca in 10 semplici passi:

  1. Definisci il tuo budget
  2. Scegli la barca giusta per te
  3. Consulta siti web specializzati nella vendita di imbarcazioni
  4. Prepara una lista di barche preferite
  5. Visita la barca
  6. Fai la prova in mare
  7. Negozia il prezzo
  8. Prepara il contratto e i documenti
  9. Paga le tasse e porta a termine il cambio di proprietà
  10. Stipula l’assicurazione obbligatoria di responsabilità civile

img-20180919-wa0005
Il mercato offre una gran varietà di imbarcazioni. Trovare quella perfetta può essere difficile se non si hanno le idee chiare.

1. Definisci il tuo budget

Il prezzo della barca è solo uno dei fattori che dovrai tenere in considerazione al momento di stabilire il budget. Se si tratta della tua prima imbarcazione, parla con amici e conoscenti o con un broker per farti un’idea dei costi che suppone possedere una barca. Il combustibile, le vele, la manutenzione, l’ormeggio, l’assicurazione, l’invernaggio, ecc., sono tutte spese notevoli le quali hanno anche a che vedere con l'età della barca, il modello, la lunghezza e anche la zona geografica.

Una barca nuova comporta meno costi di manutenzione ma il prezzo iniziale sarà più alto e i costi di ormeggio, invernaggio e combustibile saranno gli stessi di quelli di un'imbarcazione usata. Fai i tuoi calcoli con calma per capire quali sono le tue priorità. Quando ti sarai fatto un’idea della cifra che puoi spendere, saprai definire orientativamente la fascia di prezzo della barca che comprerai.

Trucco: I proprietari normalmente intuiscono quando un acquirente non è del tutto cosciente dei costi associati a una barca, e nonostante non lo facciano con cattive intenzioni, è possibile che finiscano per influenzare la tua decisione più di quanto tu pensi. Pertanto, dedica un po’ di tempo alla definizione del tuo budget e adattalo in seguito quando avrai deciso che barca comprare.

2. Scegli la barca giusta per te

Scegliere il tipo di barca che risponde alle tue esigenze è importante tanto quanto il budget da investire. Se è la prima imbarcazione che acquisti è possibile che tu non abbia ancora deciso se preferisci una barca a motore o a vela. Questa è la prima grande decisione da prendere: autonomia e silenzio o velocità e facilità di navigazione? O combinare il tutto in un motorsailer? Monocasco o catamarano? Una barca da pesca se sei un appassionato di pesca, una barca sportiva se ami gli sport acquatici, un cruiser familiare per fare lunghe traversate, una lancia ideale per i fine settimana… Ogni tipo di barca possiede le proprie caratteristiche e si adatta a determinati programmi di navigazione. Non dimenticare che alcune imbarcazioni combinano varie possibilità, ad esempio esistono molte barche da pesca che sono valide anche come cruiser familiari.

Se non è la prima volta che compri un barca, è possibile che dovrai decidere solamente in base ad altri criteri come le dimensioni, l’abitabilità e la stabilità. In ogni caso, non dimenticare che il tipo di barca che scegli e il budget vanno di pari passo. Un altro aspetto da tenere in considerazione è il titolo che richiede la barca che hai scelto, ed eventualmente puoi pensare di iniziare un corso per ottenerlo.

Maggiori informazioni su:

Come scegliere una barca a motore

Come scegliere una barca a vela

Trucco: Se continui ad avere dubbi sul tipo di barca giusta per te, rivolgiti a un broker che potrà aiutarti a identificarla. E se continui ad essere indeciso, una buona soluzione potrebbe essere noleggiare una barca uguale o simile a quella che stai pensando di comprare per vedere se corrisponde realmente a ciò di cui hai bisogno. Esistono anche diverse fiere di barche usate o in stock dove potrai salire a bordo di alcune imbarcazioni senza le formalità tipiche di un salone nautico.

3. Consulta siti web specializzati nella vendita di imbarcazioni

Oggi abbiamo a disposizione computer e smartphone per essere costantemente aggiornati sulle novità presenti sul mercato delle imbarcazioni. Sia i fabbricanti che i distributori possiedono un proprio sito web, per cui potrai iniziare a guardare i tuoi modelli preferiti e conoscerli a fondo. Tuttavia, se cerchi una specifica barca che rientri in una determinata fascia di prezzo e dimensioni, ti renderai conto che l’offerta di imbarcazioni che possiedono tutti i requisiti richiesti non è poi così grande, soprattutto nel mercato dell’usato, dove le barche di qualità si vendono rapidamente. La soluzione migliore in questo senso è cercare su un sito web di compravendita di barche che abbia a disposizione annunci di imbarcazioni nuove e usate, di professionisti e di privati, dove potrai effettuare una ricerca specifica in base ai criteri che ti interessano, per non perdere tempo con le barche che non rispondono alle tue esigenze. Su iNautia, ad esempio, è possibile cercare in base alla marca, il modello, il prezzo e l’anno di costruzione ecc..

Trucco: Se hai un account registrato su iNautia, potrai creare la tua lista di barche preferite o ricevere avvisi di nuovi annunci che corrispondono alla tua ricerca. In questo modo potrai avere sempre a portata di mano gli aggiornamenti sulle barche che ti interessano. Se hai visto alcune barche che superano il budget che avevi previsto, puoi anche richiedere di essere avvisato via mail se il proprietario decide di abbassare il prezzo.

inautia-homepage
Ogni tipo di barca possiede le proprie caratteristiche e si adatta a determinati programmi di navigazione.

4. Prepara una lista di barche preferite

Prepara una lista con le caratteristiche essenziali che dovrà avere la tua nuova barca, e aggiungi quelle auspicabili ma non fondamentali; tale lista ti aiuterà a fare una selezione più precisa. Consulta gli annunci disponibili e leggi tutte le informazioni sull’imbarcazione. Troverai molte inserzioni di broker piuttosto complete e potrai verificare se le barche possiedono le caratteristiche che cerchi. Osserva bene  lo stato generale della barca e le foto, assicurandoti che siano realmente della barca in vendita e non del modello del cantiere o, ancora, di un modello nuovo. Non dare peso solo dall’estetica: non scartare una barca solamente perché non ti piacciono i cuscini che hai visto nelle foto.

L'obiettivo fondamentale della ricerca è avere una lista delle tue barche preferite, quelle che possiedono tutti i requisiti essenziali e alcuni di quelli opzionali, per poter decidere quali di queste ti piacerebbe visitare e quelle su cui vorresti avere maggiori informazioni.

Trucco: La lista delle priorità è molto utile ma bisogna ammettere che anche un po’ di spontaneità può giocare a tuo favore. Ad esempio anche se una barca non ha tutte le caratteristiche ricercate, può darsi che il prezzo di vendita ti consenta di avere un margine per poterla sistemare come meglio credi. Tienilo in considerazione.

5. Visita la barca

Sia se sei un esperto navigante sia se stai per fare la tua prima visita a un’imbarcazione, in ogni caso è utile portare con te qualcuno di fiducia che possa darti consigli, un broker o un amico esperto di barche. La prima impressione conta, ma in questi casi è più importante l’obiettività. Verifica in che stato si trovano gli interni della barca: la carpenteria, le installazioni elettriche, l’elettronica, le batterie, il motore, i serbatoi d’acqua e di combustibile, la sentina, i bagni, la cucina, le cabine ecc... Cerca segni di umidità, condensazione, verifica che le porte si aprano e si chiudano senza problemi. Prendi nota di tutto ciò che pensi possa avere bisogno di riparazione o revisione per poterlo preventivare. Conoscere questi costi ti aiuterà nella fase di negoziazione del prezzo.

Se sei soddisfatto delle condizioni della barca dopo la visita puoi decidere di vederla nuovamente per ispezionare lo scafo e i suoi componenti fuori dall’acqua. In questo caso i costi saranno a tuo carico ma potrai trattare per affinché vengano scontati dal prezzo finale se l’acquisto dovesse andare in porto. Sii cortese e cerca di essere sempre cordiale senza essere troppo critico con i difetti della barca. Tutto si può sistemare e i difetti possono giocare a tuo favore. Ricorda che se comunichi con empatia, il venditore sarà più predisposto a negoziare.

Trucco: E’ utile visitare forum di proprietari di barche per comprendere meglio le problematiche più comuni relative alla barca in questione. Con queste informazioni potrai fare domande più sensate durante la visita per conoscere meglio possibili danni o problemi.

6. Fai la prova in mare

Dopo aver visitato la barca ed esserti accertato che ha tutte le carte in regola, potrai chiedere di realizzare una prova di navigazione in mare. Sia per la visita che per la prova in mare, assicurati di avere tempo per fare tutte le verifiche necessarie. Può essere molto utile in questo senso portare a bordo una persona di fiducia, che possa valutare le prestazioni della barca. Durante la prova prendi nota dei dettagli che vuoi ricordare o delle riparazioni che credi necessarie per poter chiedere un preventivo.

Trucco: Un’altra soluzione per stare più tranquilli potrebbe essere effettuare la prova in mare con uno skipper, per rendere il tutto ancora più professionale e non lasciare niente al caso. In alcuni casi è utile chiedere un’ispezione in cui un perito effettuerà tutte le verifiche necessarie per conoscere esattamente le condizioni della barca. Le conclusioni della perizia saranno molto utili durante la trattativa.

Durante la prova in mare, verifica con attenzione lo stato della barca.

7. Negozia il prezzo della barca

E’ arrivato il momento di negoziare. Hai in mano preventivi di tutto ciò che dovrà essere sostituito o riparato da entrambe le parti, i prezzi di barche simili che hai trovato su portali specializzati come iNautia o YachtWorld. La cosa più importante è non pagare un prezzo superiore a quello di mercato e riuscire ad ottenere una riduzione equivalente alle spese che dovrai affrontare per la messa a punto della barca, cercando comunque di essere ragionevole.

Definisci una fascia di prezzo che sei disposto a pagare e la forma di pagamento che ti interessa. Utilizza con intelligenza le informazioni che hai raccolto durante la visita e la prova in mare ed eventualmente anche il rapporto del perito. Cerca di dimostrare serietà e ricorda che il proprietario può avere altri possibili interessati.

La trattativa potrebbe durare a lungo, dal momento che il proprietario potrà decidere di effettuare egli stesso le riparazioni e mantenere il prezzo di vendita o proporre di dividere i costi a metà. Mantieni la calma e ricorda che sei vicino all’obiettivo; mostrarti intransigente potrebbe farti rischiare di tornare al punto di partenza. Tuttavia, non cedere troppo e non avere fretta di accettare termini e condizioni che non ti soddisfano del tutto.

Trucco: Se la barca dispone di strumentazione elettronica ma hai deciso comunque di comprarla nuova, chiedi al proprietario che sconto potrebbe farti. Ovviamente puoi fare lo stesso con altri componenti che non sono fondamentali per te o che preferisci sostituire, come ad esempio il motore fuoribordo.

8. Prepara il contratto e i documenti

Se la trattativa va a buon fine e si trova un accordo sul prezzo di vendita e il metodo di pagamento, il passo successivo è redigere un contratto. Puoi anche consultare un’agenzia nautica che si occupi delle pratiche relative alla transazione. Se hai portato a termine il processo con l’aiuto di un broker, questi si occuperà del contratto, della documentazione relativa all’imbarcazione e delle tasse. Puoi rivolgerti anche a un avvocato esperto in diritto marittimo che prepari un contratto specifico per l’acquisto della tua barca.

Di seguito trovi i documenti che il proprietario deve fornire per agevolare le ultime procedure d’acquisto:

  • Certificato di proprietà dell’imbarcazione
  • Marcatura CE e/o Certificato di Navigabilità
  • Licenza di Navigazione e Rapporto della perizia tecnica
  • Certificato di idoneità delle installazioni radioelettriche
  • Richiesta di autorizzazione di installazioni e/o montaggio di attrezzature elettriche
  • Fatture delle installazioni, motori ecc.
  • Manuale del proprietario e altri manuali degli accessori di bordo
  • Copia del documento d’identità
  • Permesso di circolazione del rimorchio, se necessario

Trucco: Se è stata effettuata una perizia prima dell’acquisto, il rapporto del perito ti aiuterà a fare una lista dell’equipaggiamento da allegare al contratto. Altrimenti, puoi preparare tu stesso un inventario dettagliato della barca.

signing-paperwork
Se la trattativa va a buon fine e ci si accorda sul prezzo di vendita e il metodo di pagamento, il passo successivo è redigere un contratto.

9. Paga le tasse e porta a termine il passaggio di proprietà

La compravendita di una barca tra privati comporta il pagamento dell’imposta patrimoniale, che consente di legalizzare il contratto di compravendita e formalizzare così il passaggio di proprietà. L’IVA si applica solamente se acquisti la barca da un broker. In questo caso, l’IVA è inclusa e la liquidazione spetta al venditore, come in qualsiasi transazione. Dopo aver effettuato il pagamento, devi firmare e timbrare il contratto originale di compravendita e fare una copia da presentare alla Capitaneria di Porto, dove effettuerai il cambio di proprietà. Assicurati di avere fotocopie di tutti i documenti che hai già a disposizione.

Compila il modulo per richiedere il passaggio di proprietà dell’imbarcazione e presentalo in Capitaneria insieme alla documentazione richiesta. Anche il cambio del nome dell’imbarcazione si effettua in Capitaneria e per farlo dovrai pagare la quota corrispondente.

Successivamente, dovrai pagare la tassa di iscrizione per le unità da diporto. Le pratiche di iscrizione possono richiedere varie settimane ma al momento della richiesta ti verrà fornito il prospetto corrispondente, pertanto se hai già la patente nautica e l’assicurazione della barca puoi già navigare con la tua imbarcazione!

Consulta il sito web del Ministero dello Sviluppo Economico per avere maggiori informazioni e/o aggiornamenti sulla normativa riguardante le imbarcazioni da diporto.

Maggiori informazioni su: Documentazione e tasse per l'acquisto di una barca

10. Stipula l’assicurazione obbligatoria di responsabilità civile

L’assicurazione di responsabilità civile R.C. è obbligatoria e copre i rischi di morte o danni corporali di terzi, i danni materiali a terzi, perdite economiche causate a terzi e danni a natanti e imbarcazioni per collisione. Tali coperture si possono ampliare stipulando un contratto di assicurazione volontaria. Esistono polizze con una gran varietà di copertura ma le più comuni sono: danno proprio, assistenza durante la navigazione, reclamo di danni a terzi e difesa giuridica.

Tutto pronto, benvenuto a bordo!