Finanziamento e leasing per l’acquisto di una barca

Autore Angelo Colombo
11/07/2019

Se vuoi comprare una barca, ma non disponi del budget necessario, sul mercato esistono delle opzioni di finanziamento che consentono di acquistare l’imbarcazione desiderata.

Acquistare una barca, nuova o usata che sia, significa spendere una quantità di denaro che per convenienza nella gestione familiare o in alcuni casi per convenienza finanziaria, richiede di affidarsi alle forme di credito proposte dal mercato. Vediamo quali opportunità ci sono e quali sono le più appropriate in base al tipo di acquisto:

Barca estero

Forme di finanziamento tradizionali

Chiaramente se parliamo di crediti di poche migliaia di Euro la cosa migliore è affidarsi alle molteplici forme di finanziamento proposte da banche e istituti di credito, ma se la nostra barca comincia ad avere un prezzo di qualche decina di migliaia di Euro allora si possono esplorare altre opportunità.

Tra le forme di finanziamento tradizionali per l’acquisto di una barca possiamo annoverare il prestito personale, che rientra nei classici schemi del credito al consumo, dove il soggetto che riceve il prestito non è tenuto a dare spiegazioni alla banca che ha erogato il credito.

In alternativa è possibile optare per il mutuo nautico, anche detto finanziamento nautico, molto simile a quanto avviene con i prestiti relativi alle automobili. Rispetto al leasing, di cui parleremo a breve, questa forma prevede una durata di ammortamento più lunga ed è applicabile sia ad imbarcazioni nuove sia usate. Per poterlo ottenere occorre fornire delle garanzie reddituali, mentre per somme ingenti sono necessari un garante o l’ipoteca. Alcuni istituti finanziari permettono di ricorrervi solo se la barca non è immatricolata da più di 8 anni poiché oltre questo limite viene considerato un prestito troppo rischioso da erogare.

Fermo restando che si può scegliere il credito bancario come forma di finanziamento dell’acquisto della propria barca a prescindere dal suo importo, ma ovviamente in relazione al proprio reddito, per cifre più importanti l’offerta del leasing rappresenta una soluzione alternativa da valutare per gli aspetti che andiamo a spiegare.

Leasing nautico

L’accesso al leasing nautico è oggi offerto da numerose aziende specializzate in questa forma di finanziamento dei beni strumentali o, come nella maggior parte delle barche, destinati a uso proprio a fini diportistici.

Il leasing può essere richiesto sia per le imbarcazioni nuove sia per quelle usate, ma con l’entrata in vigore del nuovo Codice della Nautica da Diporto (D.Lgs. n. 171/2005), sono previste una serie di disposizioni riguardanti la disciplina del leasing:

  • l’iscrizione delle unità da diporto utilizzate in locazione finanziaria (art. 16)
  • la responsabilità civile dell’utilizzatore verso i terzi derivante dalla circolazione delle unità da diporto utilizzate in locazione finanziaria (art. 40, comma 2)
  • le norme sanzionatorie per violazioni di disposizioni in materia di navigazione commesse con unità da diporto utilizzate in locazione finanziaria (art. 53, comma 5)

(Fonte ASSILEA)

Con l’introduzione del Codice della Nautica da Diporto le formalità previste per l’iscrizione delle unità da diporto acquisite in leasing sono state velocizzate, infatti, non è più necessaria la procedura denominata “dichiarazione d’armatore” ma sarà sufficiente annotare sul registro navale e sulla licenza di navigazione il nome dell’utilizzatore accanto a quello della società di leasing proprietaria del mezzo, nonché la data di scadenza del contratto. Da tenere presente che la società di leasing è esonerata da qualsivoglia responsabilità connessa con l’utilizzo del bene, la quale sarà sempre a carico dell’utilizzatore riportato sui documenti citati, nonché intestatario del contratto di leasing.

Consiglio: le offerte di leasing non sono tutte uguali, possono differire nel costo e in dettagli dell’offerta che spesso è bene far analizzare a chi è del mestiere. Molti broker nautici così come i concessionari, lavorano numerose pratiche e conoscono nel dettaglio le differenze tra un’offerta e l’altra. Anche in questo caso, affidarsi a qualcuno esperto può rendere tutto più semplice e in alcuni casi anche più vantaggioso economicamente. 

Per completare correttamente il processo di vendita di un’imbarcazione, è importante conquistare la fiducia dell’acquirente sin dall’inizio. Per completare correttamente il processo di vendita di un’imbarcazione, è importante conquistare la fiducia dell’acquirente sin dall’inizio.

Ricapitolando, per acquistare la nostra imbarcazione dei sogni abbiamo oggi diversi strumenti a disposizione, naturalmente, oltre quello di pagarla direttamente dal proprio conto corrente. Il settore creditizio e l’offerta di leasing permettono di realizzare un sogno rispettando le nostre reali possibilità di spesa, il primo, non richiede particolari attività e si presta sicuramente per chi vuole acquistare natanti più piccoli, ai quali non è richiesta la registrazione e dei quali si disporrà sin dal primo giorno, come proprietario. Il secondo è invece uno strumento che offre dei vantaggi finanziari ma che richiede le azioni che abbiamo descritto, per questo lo consideriamo più idoneo per le barche più impegnative.

Fermo restando che anche un natante può essere iscritto presso il Registro delle Imbarcazioni da Diporto, cosa che gli permette tra le altre cose, di navigare fuori dalle acque territoriali, il finanziamento creditizio rimane per un natante la forma più semplice. 

Anche in questo caso agenzie, broker e concessionari hanno accordi con istituti di credito con i quali collaborano per pratiche veloci e convenienti. 

Altro esempio importante ci è offerto dalla possibilità di accesso al credito offerta dalle case motoristiche, le quali offrono strumenti di questo tipo con istituti con i quali hanno accordi, in tutti quei casi nei quali il proprietario di una barca intenda sostituire i motori, magari con maggiore potenza. Le stesse case motoristiche per agevolare l’avvio alla pratica del diporto nautico offrono soluzioni molto vantaggiose su fasce di potenza tipiche tra quelle scelte da questo tipo di utenza, soprattutto per i senza patente sotto i 40,8 HP.

Maggiori informazioni su: Come comprare una barca