Preparare la barca per la stagione nautica

Autore Angelo Colombo
26/05/2021

Arrivati alla primavera, la stagione nautica apre finalmente i battenti. Per viverla al meglio è necessario preparare la propria barca affinché la sua efficienza ci accompagni per tutta l’estate. In questo articolo riassumiamo tutti i controlli e le operazioni da effettuare per preparare la barca al meglio in vista della stagione nautica.

  • Per prima cosa bisogna ripercorrere punto per punto la lista dei controlli e delle manutenzioni ordinarie effettuate alla fine della stagione nautica precedente, per verificare lo stato di conservazione degli elementi e dei componenti della barca nel periodo di inattività.
  • Successivamente si dovrà controllare il motore, per poi passare agli interni, arieggiando l’ambiente per evitare l’insorgere di muffe e verificando lo stato di cuscini, tappezzerie e rivestimenti. 

check-up-barca

Check-up della coperta

-   Cominciamo da un’analisi della coperta e un controllo di tutte le attrezzature: se la nostra barca è a vela dovremo verificare lo stato di acciai, arridatoi, bozzelli, sartie, lande e tutto ciò che normalmente vive in coperta, oltre allo stato di drizze, scotte e vele, issandole a terra. Indipendentemente dal tipo di propulsione della barca, sarà utile controllare draglie, pulpiti, bitte, passacavi, eventuali deformazioni superficiali o comparsa di screpolature sul gel-coat.

-   Il modo migliore per controllare nel dettaglio ogni cosa è prendersene cura, dunque, dopo una prima osservazione generale passeremo a un’approfondita pulizia e lubrificazione di tutti i componenti che lo richiedono. In questo modo non solo renderemo tutto più efficiente, ma avremo modo di osservare con maggiore cura eventuali segni di cedimento dei materiali.

-   Dopo questa operazione dobbiamo necessariamente procedere con una check-list di tutto il materiale di coperta, verificare che non manchi nulla e che si disponga a bordo dei pezzi di rispetto che possono rivelarsi preziosi in caso di avaria.

-   In questa fase è bene verificare lo stato del verricello e della catena dell’ancora, che se conservata nel modo giusto nel corso dell’inverno non presenterà imperfezioni superficiali che potrebbero danneggiare i componenti del nostro salpancora.

Manutenzione della barca

Manutenzione delle vele

Invernaggio della barca

Controllo del motore

Lasciata la coperta e i tanti elementi che ospita, passiamo a un controllo del motore.

-   Innanzitutto ci dovremo assicurare che i livelli di olio e liquido di raffreddamento siano in linea con le prescrizioni del costruttore.

-   A seguire verificheremo lo stato delle cinghie e dell’intera trasmissione, dunque i giunti cardanici, i parastrappi, l’asse elica se presente, gli astucci e le eliche.

-   Se è un motore a benzina (due o quattro tempi) controlliamo lo stato delle candele e che siano quelle prescritte dal costruttore.

-   Ora è il momento di verificare lo stato di efficienza del sistema di raffreddamento, quindi, sarà necessario assicurarsi che a motore avviato espella acqua in modo continuo e regolare; prima di procedere con l’avviamento, eseguiamo i controlli che seguono e a motore in moto teniamo sott’occhio le temperature.

-   Verifichiamo lo stato della girante e della pompa controllando nei nostri appunti quando è stata sostituita: se risale all’anno precedente la girante va sostituita, è un componente di poco costo ma in grado di danneggiarsi e arrecare seri danni al nostro motore. Se non abbiamo preso nota in precedenza per mancanza di abitudine, è il momento buono per cominciare a stilare un diario delle manutenzioni, ci tornerà prezioso nel corso della vita della vostra barca.

-   A questo punto visioniamo con cura i filtri del carburante per assicurarsi che non vi siano residui di acqua di alcun tipo, così come nel serbatoio.

-   Effettuare questo tipo di controllo quando la barca è ancora a secco ci permetterà di verificare la linea di trasmissione ed eventuali organi immersi come i timoni, le prese a mare e gli zinchi. Approfittiamo per fare un’analisi dello scafo e verificare che non vi siano fratture nel gel-coat dovute, magari, a uno spostamento in cantiere. Nel caso ci siano delle fratture, è bene intervenire prima di rimettere la barca in acqua per evitare ulteriori danneggiamenti.

Manutenzione del motore fuoribordo

Gli interni

Passiamo ora agli interni, che dopo mesi al chiuso possono aver subito l’insorgere di muffe, quindi, per prima cosa areare tutto, aprire tutti gli oblò, portare all’esterno cuscini e rivestimenti, verificarne lo stato e lasciargli prendere aria. Se non vi sono macchie o lesioni, dopo qualche ora saranno pronti a ospitarvi per un’altra stagione di avventure in mare.

Preparare la barca per la stagione nautica È importante verificare lo stato dei tessuti interni e dei cuscini prima della stagione nautica, in modo che siano puliti, ordinati e arieggiati a dovere.

A questo punto non resta che ordinare ogni cosa, memorizzare i gavoni e vani portaoggetti utilizzati per tutti i componenti e gli accessori che porteremo con noi, riporre il nostro diario e la check-list in un cassetto al riparo da umidità, fare il pieno nel serbatoio e in cambusa, mollare gli ormeggi e godere di un’altra estate con la nostra amata barca.