Quanto costa mantenere la barca?

Autore Angelo Colombo
07/05/2020

Quanto costa mantenere la barca? Si tratta di una domanda che non tutti si pongono prima di acquistare. Tuttavia, si tratta di un passaggio essenziale per poter preventivare l'acquisto ed evitare spiacevoli sorprese in seguito.

  • Non esiste una formula esatta per calcolare il costo annuale per il mantenimento di una barca. I costi dipendono da molti fattori come ad esempio il tipo di imbarcazione, la lunghezza, l'utilizzo che se ne fa.
  • È molto importante stabilire quanto tempo si dedicherà alle attività di manutenzione. Molte volte i guasti dipendono dall’attenzione che si dedica alla barca, quindi è necessario tenerne conto per ridurre al minimo le riparazioni più costose.

mantenere la barca

Come calcolare il costo annuale di una barca

Non esiste una formula esatta per calcolare il costo annuale per mantenere una barca. Solo le persone con molta esperienza possono stimare questi costi senza spendere troppo tempo e fatica, ma probabilmente saranno capaci di stimare i costi relativi alla propria barca, non di tutte le altre. Ogni barca è unica e chiedere aiuto a qualcuno più esperto non sempre è la soluzione. Molti dicono che i costi annuali si aggirano intorno al 10% del valore della barca. È possibile che il 5% o il 6% sia un valore più realistico, ma dipende molto dalla barca, da dove e come si naviga e da come vengono distribuiti i costi pluriennali per tutta la vita della barca.

Se sei in procinto di acquistare la tua prima barca e vuoi sapere esattamente quanto può costarti ogni anno, è molto meglio fare i conti in base al tipo di imbarcazione che sceglierai, al tuo programma di navigazione e al luogo in cui vivi. In questo modo, potrai farti un'idea di cosa puoi permetterti.

Tuttavia, non lasciarti sopraffare dai calcoli e non scoraggiarti se man mano che aggiungi i costi ti sembra eccessivo. Ci sono molti modi per risparmiare o, altrimenti, potresti anche arrivare alla conclusione che è meglio optare per un’imbarcazione un po' più piccola o con meno extra. Il piacere di avere una barca e godersela è ciò che conta di più e quando navigherai non dovrai pensare a tutti questi calcoli.

I costi di mantenimento di una barca

Assicurazione della barca

Per determinare quanto ti costerà l'assicurazione della barca informati con un agente assicurativo specializzato nel mercato nautico. È molto probabile che la prima cosa che ti chiederà sarà se preferisci un'assicurazione obbligatoria (assicurazione di responsabilità civile) o volontaria (con una copertura maggiore rispetto a quella obbligatoria). L'assicurazione obbligatoria è standard e prevedere la stessa copertura, indipendentemente dall'impresa di assicurazione che sceglierai, dal momento che è definita dalla legge.

Copertura assicurativa obbligatoria delle imbarcazioni:

  • Decesso o lesioni personali di terzi
  • Danni materiali a terzi
  • Perdite economiche che sono una diretta conseguenza del danno sopra descritto
  • Danni alle barche per collisione o senza contatto (in caso di rimorchio)
  • Spese giudiziarie e stragiudiziali inerenti alla difesa dell'assicurato

Se desideri stipulare un'assicurazione obbligatoria, senza alcun extra, assicurati che la polizza includa solo l'essenziale. A volte può capitare che le agenzie di assicurazione aggiungano come predefinite coperture che l'assicurato non desidera né conosce, ma che fanno lievitare il prezzo del premio assicurativo.

Se preferisci andare oltre l'assicurazione obbligatoria, cosa che nella maggior parte dei casi è consigliabile, informati sulle coperture che ritieni più appropriate per il tipo di navigazione che hai intenzione di fare. L'assicurazione di base di solito include almeno questi extra: danni propri, danni agli occupanti, assistenza in navigazione, assistenza nel viaggio, richiesta di risarcimento danni a terzi e difesa legale.

Se hai una barca a vela e hai intenzione di partecipare a regate, dovrai preventivare un'assicurazione specifica che includa le coperture necessarie per queste attività, ossia, coperture durante eventi sportivi.

Da quali fattori dipende l'assicurazione della tua barca? Naturalmente le più rilevanti sono la lunghezza e la potenza dei motori, dal momento che si presume che più grande e potente è la barca, maggiore è il danno che può causare. Il costo annuale dell'assicurazione rifletterà la copertura che hai scelto, quanto più completa, più costosa.

assicurazione barca Al momento di stipulare l'assicurazione della nostra barca, possiamo optare per un'assicurazione obbligatoria o volontaria. Foto: Pantaenius.

L'ormeggio

Per determinare il costo annuale dell'ormeggio devi scegliere il luogo in cui vuoi tenere la tua barca. Ciò dipende dalla zona in cui vivi e dall'uso che vuoi farne. Optare per un ormeggio più distante, magari perché più economico, può influire sul modo e la frequenza con cui godrai della tua barca, senza che questo rappresenti un risparmio reale vista la distanza maggiore dalla tua abituale dimora. Se hai intenzione di accedere alla barca con bambini o con disabili devi valutare se i porti turistici si adattano o meno alle tue esigenze: alcuni porti turistici prevedono per esempio servizi per disabili e altri no.

Consulta i prezzi dei porti che ti interessano di più, le promozioni che possono offrire e verifica anche la possibilità di noleggiare o acquistare  un posto barca. Assicurati che i prezzi includano l'IVA e il consumo di acqua ed elettricità. Visita i porti e gli ormeggi disponibili per renderti conto se sono davvero quello che stai cercando, in modo che il tuo budget non ne risenta.

Se sei alla ricerca di una barca relativamente piccola e desideri risparmiare sull’ormeggio, puoi optare per una barca rimorchiabile che potrai riporre in un garage per poi trasportarla ovunque desideri navigare.

Maggiori informazioni: Guida all'ormeggio

Manutenzione della barca, del suo equipaggiamento e del motore

La manutenzione della barca può rappresentare la porzione maggiore delle tue spese annuali. A seconda dello stato della barca che acquisterai, se è di seconda mano o nuova, o in base alla sua lunghezza, soddisfare le esigenze di manutenzione potrà costare di più o di meno.

Per avere un'idea del budget da preventivare, bisognerà tenere conto dei seguenti aspetti:

  • Controllo periodico del motore, messa a punto e cambio olio e filtri (annuale)
  • Sostituzione degli anodi sacrificali (annuale)
  • Revisione della zattera di salvataggio (ogni 2 anni), giubbotti e altro equipaggiamento di sicurezza
  • Revisione dell'elettronica (ogni 10 anni, anche 5 se vuoi tenere il passo o partecipare a gare)
  • Pulizia dello scafo, antivegetativa (costo annuale, a seconda dell'area di navigazione)
  • Manutenzione degli interni della barca
  • Sostituzione delle batterie (ogni 3 - 5 anni)
  • Revisione delle pompe di sentina e di scarico (ogni 2 anni)
  • Revisione del deumidificatore o revisione dell'aria condizionata
  • Sostituzione di bimini, parabordi, tappezzeria (ogni 7 - 9 anni)
  • Acquisto di prodotti per la pulizia e la lucidatura come resina epossidica, cera, vernice
  • Sostituzione dei candelieri (ogni 10 anni o ogni 5 se partecipi a regate)
  • Sostituzione del sartiame (ogni 10 anni o ogni 5 se partecipi a regate)
  • Sostituzione dei cavi di ormeggio e delle scotte (ogni 5 - 10 anni)

Potrai decidere di detrarre una parte nel tuo budget annuale per le spese pluriennali. Un'altra domanda importante da porsi è: quanto tempo ho intenzione di dedicare alle attività di manutenzione della mia barca? Non è sufficiente essere portati per il bricolage e saper effettuare gli aggiustamenti e le riparazioni più comuni su una barca. È importante sapere se sei in grado di farlo e se avrai tempo quando sarà necessario.

Infine, ma non meno importante, va detto che molte volte i guasti dipendono dall'attenzione che si dedica alla barca e da quanto e come si naviga, dunque tienilo a mente e impara a conoscere la tua barca prendendotene cura per ridurre al minimo le riparazioni più costose.

Invernaggio e carenaggio

Se hai intenzione di non uscire in barca durante i mesi più freddi, dovresti anche preventivare i costi per portare la barca fuori dall'acqua in inverno per lasciarla nel bacino di carenaggio. Questo tipo di costo è facile da calcolare consultando i prezzi proposti dalle società che operano nei porti che più ti interessano. Le aziende di solito offrono diversi tipi di pacchetti che includono i servizi base come il sollevamento e rimorchio della barca, ma anche l’arenamento, la pulizia dello scafo, la richiesta della patente ecc. Il prezzo per ciascuno dei pacchetti dipenderà ancora una volta dalla lunghezza della barca.

Maggiori informazioni su: L’invernaggio della barca

Carburante e altre spese

Se scegli una barca a motore, la spesa per il carburante è una di quelle che avranno il maggior peso nel budget. Consulta i siti web, i negozi o il venditore della barca, se è di un privato, per farti un'idea del consumo della barca che t’interessa e del suo motore. Un buon modo per stimare il costo del carburante è determinare il consumo orario del motore (litri/ora) alla velocità di crociera, la quantità di ore che hai intenzione di navigare per ogni uscita e il numero di uscite che hai intenzione di fare al mese.

Se hai intenzione di cucinare a bordo e sfrutti la barca tutto l'anno, anche quando fa freddo, occorre pensare al costo del gas per il riscaldamento la cucina, devi considerare anche questi aspetti.

barca-motore El gasto en combustible es de los que van a tener más peso en el presupuesto. Foto: Diego Yriarte.

Costi di navigazione

Bisogna tenere in considerazione i costi necessari per raggiungere il porto dove è attraccata la  barca, che vanno aggiunti a quelli di attracco in altri porti. Valuta la distanza che dovrai percorrere in macchina ogni volta che dovrai raggiungere il porto da cui salpare e le spese di carburante della tua auto, oltre ai pedaggi e al parcheggio, se previsti. Se esci regolarmente in mare nei fine settimana e attracchi in altri porti turistici di notte, devi calcolare anche il costo di quegli ormeggi.

Perizia tecnica della barca

In questa parte sono incluse le certificazioni e le ispezioni periodiche alle quali devono essere sottoposte le imbarcazioni da diporto e le dotazioni di sicurezza, il cui esito favorevole consente il rilascio o il rinnovo del Certificato di Navigabilità e del Certificato di sicurezza.

Se la barca che vogliamo acquistare ha una lunghezza superiore ai 10 metri di omologazione, dunque non è un natante ma un’imbarcazione, dobbiamo considerare la perizia tecnica periodica, con cadenza quinquennale. Per queste operazioni gli enti certificatori non sono molti ed è dunque facile reperire i costi e aggiungere quelli necessari per movimentare la barca e permettere l’analisi del suo stato al perito.

Extra e spese impreviste

È inoltre opportuno tenere in considerazione un importo che copra piccoli aggiustamenti o per le varie esigenze impreviste che possono insorgere, come l'acquisto di attrezzature che possono spaziare da un deumidificatore, una pentola a pressione, una tenda da sole in più, una copertura, alcuni cuscini, ecc.

Paga una tariffa mensile fissa per la tua barca

Se desideri un controllo quasi totale su ciò che si spenderai ogni mese o ogni anno sulla tua imbarcazione e limitare le sorprese, puoi sempre scegliere la formula del noleggio. Non sarai proprietario della barca, ma tutte le incombenze connesse con la sua gestione saranno a carico della società armatrice.

Anche questa è una soluzione, soprattutto per chi non naviga tutto l’anno e spesso. I contratti di noleggio si rifanno a una normativa chiara e tutto sommato abbastanza semplice. In questo senso, ci si può rivolgere a una delle tante agenzie sul territorio per valutare le offerte nelle diverse zone di interesse. Un altro vantaggio che offre questa formula è di poter scegliere una barca diversa ogni anno, permettendoti di affinare il tuo concetto di barca ideale e poi, magari, arrivare all’acquisto. Tra le formule oggi disponibili c’è anche la multiproprietà, il noleggio a lungo termine, il leasing e infine l’acquisto diretto.

Passare per il noleggio a breve termine per qualche anno prima di arrivare all’acquisto è una buona opzione, anche perché può essere vista come un’occasione per apprendere nel dettaglio quali siano i reali costi di gestione di una barca vivendone le piccole avarie, le esigenze di modifica, manutenzione etc, pur non essendo queste a nostro carico. Oltretutto, è un’attività propedeutica alla comprensione del mezzo che più si adatta a noi, il che non è un dettaglio quando si investe molto denaro su un mezzo come la barca.

Infine, il leasing è una grande opportunità per acquistare la propria imbarcazione contando su un canone fisso e talvolta riuscendo ad assorbire buona parte se non tutti gli interessi grazie a un abbattimento dell’IVA sull’importo finanziato. Indubbiamente questo è uno strumento finanziario molto interessante grazie alla possibilità di frazionare l’investimento nel tempo senza eccessivi costi finanziari, anzi, producendo talvolta anche dei piccoli risparmi sul conto globale.

Maggiori informazioni su: Finanziamento e leasing per l’acquisto di una barca