Velista dell'anno 2020

Autore Giorgio Andena
08/06/2020

La premiazione del Velista dell'anno si è svolta in forma virtuale a causa dalle restrizioni imposte dal coronavirus, Il vincitore nella categoria principale è stato Ambrogio Beccaria, che bissa il successo dello scorso anno sulla scia del trionfo alla Mini Transat. Ecco tutti i vincitori delle categorie in gara per la ventinovesima edizione.

Velista destacada

Le fasi

I premi sono stati assegnati in base a una votazione avvenuta in diverse fasi. Nella prima fase, dal 18 febbraio al 15 marzo, erano presenti 100 candidati selezionati dalla giuria, che sono stati ridotti ai 30 che hanno ricevuto più voti. Nella seconda parte - sempre a seconda dei voti del pubblico - i candidati sono diventati i 10 che si sono contesi il titolo in finale. Tra i 10 candidati scelti dal pubblico, la giuria ha scelto il vincitore del Velista dell’anno e di tutti gli altri premi. Il vincitore è stato rivelato all’esclusiva Serata dei Campioni del 6 giugno, condotta da Mino Taveri e Bacci Del Buono, seguita dalla premiazione delle categorie in gara; sul sito del Giornale della vela si possono trovare le interviste a tutti i finalisti.

I 10 finalisti

PoliTo Sailing Team

Gruppo studentesco del Politecnico di Torino che svolge attività di progettazione e realizzazione di veloci e leggeri skiff, naturalmente ecosostenibili. Nel 2019 sono riusciti a vincere la 1001 Vela Cup con il loro Fenix, realizzato per il 75% con materiali riciclati.

Marco Gradoni

Tre volte vincitore del titolo mondiale nella classe giovanile Optimist (unico al mondo nel riuscire nell’impresa), vincitore del ‘Rolex world sailor of the year' e maturità e approccio mentale in regata disarmanti, Marco Gradoni è l’enfant prodige della vela nostrana.

Ambrogio Beccaria

Il castiga francesi. Primo velista italiano a vincere la solitaria Mini Transat, ma parlare di vittoria vittoria è riduttivo. Il milanese classe ‘91, infatti, ha dimostrato una superiorità netta e inequivocabile nei confronti dei grandi specialisti francesi imponendo distacchi abissali. 

Il velista italiano che ha sbaragliato i francesi: intervista ad Ambrogio Beccaria.

Patrizio Bertelli 

Aretino classe ‘46, è giunto alla sua quinta Coppa America con Luna Rossa; anche quest’anno, ad Auckland, proverà vincere la Coppa per portarla in Italia e difenderla.

Finalisti Velista dell'anno 1 In senso orario: lo skiff del PoliTo Sailing Team, il giovane Marco Gradoni, il detentore del titolo Ambrogio Beccaria ed il patron di Luna Rossa Patrizio Bertelli.

Caterina Degli Uberti/Giulia Ancilotti

Le due navigatrici di Roma e Dervio - classe ‘91 - hanno portato a casa il Mondiale Hobie in Florida lo scorso anno.

Elio Somaschini

La storia del navigatore e fisico 70enne è incredibile: sul suo First 40.7 ‘Crapun’, è stato 20 anni in giro per il mondo senza strumenti (usando la mano come sestante). Una navigazione non esente da rischi, ma che dimostra che se si ha un’innata voglia du navigare, lo si può fare anche senza strumenti tecnologici: bastano una barca attrezzata e un buon marinaio.

Andrea Barbera

Il quarantenne argentino ha compiuto il periplo della Sicilia a bordo di un catamarano di 5 metri non abitabile. Ha macinato le 500 miglia del percorso un 18 giorni e 12 tappe. Un’avventura umana enorme e una sfida tecnica e sportiva dall’alto coefficiente di difficoltà.

Fabrizio Olmi/Davide Di Maria

I velisti paralimpici milanesi Fabrizio Olmi e Davide Di Maria hanno vinto la medaglia d’oro a bordo della classe RS Venture al Para World Sailing Championships 2019 in Spagna. La barca su cui hanno vinto il Mondiale è l’RSVenture, una barca tecnica e impegnativa che rende la vittoria ancora più importante. 

Finalisti velista dell'anno 2 In senso orario: la coppia che vola Ancilotti-Degli Uberti, il navigatore spartano Elio Somaschini, l'argentino Andrea Barbera e Olmi e. Di Maria a bordo della loro RSventure.

Sergio Caramel

Classe 1995, padovano, premiato dall’UVAI come armatore dell’anno nella categoria Minialtura, il giovane velista padovano nel 2019 al timone del 'Melges' 24 Arkanoè by Montura ha conquistato il titolo di Campione Europeo ORC Sportboat. Uno specialista dei minialtura e dei monotipi, dato che con lo stesso 'Melges' con cui ha vinto, insieme al suo equipaggio, l’Europeo, regata con buoni risultati anche in One Design. E nei monotipi, si sa, emergono solo e soltanto i velisti più bravi.

Giulia Grilli/Pietro Jan Bellot

Ormai li chiamano i “draghi del mare”. Giulia Grilli e Pietro Jan Bellot (ASD Svagamente) a Bari hanno conquistato il primo posto al campionato italiano giovanile Under 16 della classe di multiscafi Hobie cat Dragoon. Giovani e con una barca “fuori dal coro”. 

Finalisti Velista dell'anno 3 Lo specialista dei minialtura Caramel e i 'draghi dell'acqua' Grilli-Bellot.

I premi

Il Velista dell'anno

Vincitore: Ambrogio Beccaria

Il premio principe della manifestazione. Va al velista che ha saputo emozionare di più con le sue imprese nella stagione passata, il migliore in assoluto. Lo scorso anno è andato al ‘castiga francesi’, il milanesissimo Ambrogio Beccaria, che ha bissato il successo vincendo anche nel 2020.

Tag Heuer #don'tcrackunderpressure

Vincitori: Fabrizio Olmi e Davide Di Maria

Questo premio, arrivato alla sua quinta oedizione e vinto nella passata edizione da Francesco e Giacomo Galimberti, va al navigatore a vela che ha dimostrato di non mollare mai e mantenere i nervi saldi in situazioni complicate.

Tag Heuer Innovation

Vincitore: PoliTo Sailing Team

Il premio Innovation si concentra su coloro che hanno dato un particolare contributo nel mondo della progettazione e dell’innovazione; tra i vincitori delle passate edizioni figurano, tra gli altri,  il leggendario Moro di Venezia e Roberto Grippi.

Tag Heuer Performance

Vincitore: Elio Somaschini

Viene premiato il raggiungimento di risultati grazie ad uno specifico lavoro di ricerca sulle prestazioni sportive, come nel caso dello scorso anno, dove a imporsi è stato il ‘farmacista volante’ Carlo De Paoli a bordo di vela sui foil.

Tag Heuer Young

Vincitore: Marco Gradoni

Il trofeo che premia i giovani talenti all’interno del mondo della vela. Il vincitore di questa categoria ha davnati a se un futuro pieno di grandi manifestazioni e soddisfazioni, ne è un esempio la vincitrice dello scorso anno - Sofia Tomasoni, kiter di soli 17 anni - che ha ottenuto l’oro olimpico giovanile e le vittoerie di Europeo e Mondiale di categoria.

Most Voted

Vincitore: Andrea Barbera

Il ‘Most Voted’ premia il candidato che ha riscosso il maggior affetto nel pubblico, sommando tutte le preferenze pubbliche delle varie fasi  di selezione. Presente da soli due anni, è andato a Maria Vittoria Arseni nel 2018 e al Morgan IV di Nicola De Gemmis lo scorso anno.

Premi speciali

Tag Heuer Passion: Francesca Clapich

Tag Heuer Tribute: Patrizio Bertelli

Infine troviamo due premi speciali che si assegnano rispettivamente a chi ha fatto della vela la sua professione di successo senza mai perderne la passione (Tag Heuer Passion), a chi realizza innovazioni eco sostenibili (Eco Medplastic) e ad un grande campione o personaggio della vela (Tribute).

Numeri Velista I numeri dell'ultima edizione del Velista dell'anno.